Finanza & Mercati

Ipo Saudi Aramco solo rinviata, ma Riad cerca prestiti

  • Abbonati
  • Accedi
petrolio

Ipo Saudi Aramco solo rinviata, ma Riad cerca prestiti

(Reuters)
(Reuters)

La storia infinita dello sbarco in Borsa di Saudi Aramco continua ad arricchirsi di nuovi capitoli. Anche l’ennesimo presunto scoop sulla cancellazione dell’Ipo si è sgonfiato nel giro di poche ore, con la smentita ufficiale da parte di Riad, e subito nuovi rumors sono emersi ad animare le cronache finanziarie di tutto il mondo.

Il fondo sovrano saudita, scrive ora il Financial Times, chiederà a un pool di banche internazionali un prestito sindacato di 11 miliardi di dollari: liquidità che serve ad alimentare la diversificazione dal petrolio in attesa della quotazione della compagnia di Stato, che – almeno questo è ormai assodato – è stata rinviata.

Il Governo saudita resta fedele al progetto dell’Ipo, ha assicurato il ministro dell’Energia Khalid Al Falih, ma procederà «in un momento a sua discrezione, quando le condizioni saranno ottimali».

La stessa Saudi Aramco dovrebbe comunque contribuire comunque a foraggiare il Public Investment Fund (Pif), rilevando almeno una parte della partecipazione nel gruppo petrolchimico Sabic, forse – secondo le immancabili indiscrezioni – anche l’intera quota del 70%, per un valore di ben 70 miliardi di dollari.

© Riproduzione riservata