Finanza & Mercati

Il debutto di CR7 allo Stadium vale 1 miliardo in Borsa per la Juve

  • Abbonati
  • Accedi
CALCIO & fINANZA

Il debutto di CR7 allo Stadium vale 1 miliardo in Borsa per la Juve

L’attesa per il debutto di Cristiano Ronaldo, il giocatore più famoso, pagato e probabilmente forte del mondo, all’Allianz Stadium, mette le ali alla Juventus. Il titolo del club sportivo della famiglia Agnelli sfonda si è impennato del 4,49% quota 1 euro e raggiunge il record di 1 miliardo di euro di capitalizzazione: sono i massimi da 8 anni, per risalire a un prezzo delle azioni bianconere superiori a 1 euro bisogna tornare al 2010. I valori di Borsa sono allineati con il valore della rosa dei giocatori, stimata proprio attorno al miliardo di euro (cosa che la pone al terzo posto al mondo tra i club come costo della squadra).

Da ieri Andrea Agnelli guida la società di calcio più ricca d’Italia: è uno degli effetti dell’operazione di calciomercato più sensazionale nella storia della Serie A. Ronaldo, da solo, è una macchina da soldi capace di muovere marketing e diritti tv: ha debuttato come sponsor di Dazn, la nuova pay-tv del calcio in Italia, e sta già facendo il tutto esaurito negli stadi (la settimana scorsa a Verona, e la settimana prossima a Parma). Oggi alle 18 lo stadio di proprietà della Juve, che dall’anno scorso è sponsorizzato dal colosso finanziario tedesco Allianz (che fa lo stesso per il Bayern di Monaco) ospiterà il debutto casalingo del campione. L’effetto Ronaldo a Piazza Affari c’era già stato a inizio estate quando, sulla scia dei primi rumors sul clamoroso trasferimento di CR7 dal Real Madrid alla Juventus, il titolo si era involato fino a ragggiungere quota 0,9.

Non è la prima volta che la Juve fa di questi strappi in Borsa: già nella primavera dell’anno scorso il titolo era salito all’impazzata tanto che sul mercato ci si chiedeva se fosse in corso una «scalata» al club sportivo. Nei primi sei mesi della scorsa stagione 2017-2018 (chiuso il 30 giugno ma ancora senza dati di bilancio che saranno approvati in autunno), il club ha avuto un giro d’affari di 290 milioni di euro e utili per 43 milioni, in calo rispetto alla stagione precedente che aveva beneficiato della mega plusvalenza della vendita di Paul Pogba, venduto per oltre 100 milioni al Manchester United.

© Riproduzione riservata