Finanza & Mercati

Scivolone per Saras, famiglia Moratti mette in vendita 10% società

  • Abbonati
  • Accedi
energia

Scivolone per Saras, famiglia Moratti mette in vendita 10% società

Andamento titoli
Vedi altro

Seduta da dimenticare per Saras, che è arrivata a cedere più del 12% dopo che la famiglia Moratti ha lanciato un collocamento di azioni della società, pari a circa il 10% del capitale. Il titolo fa nettamente peggio di Piazza Affari, dove il FTSE MIB e l'All Share vivono una seduta interlocutoria (segui qui l'andamento dei listini). Alti i volumi di scambio, che già nella prima ora di scambi hanno superato la media giornaliera di 2,25 milioni registrata nelle ultime 30 sedute.

Per quanto riguarda il collocamento, Massimo Moratti Sapa e Mobro Spa hanno avviato congiuntamente una operazione di cessione fino a un massimo di 95,1 milioni di azioni ordinarie di Saras, pari a circa il 10% della società. L'offerta include 47,55 milioni di azioni messe in vendita da MM Sapa e 47,55 milioni di azioni messe in vendita da Mobro. L'operazione sarà effettuata attraverso un accelerated bookbuilding rivolto a determinate categorie di investitori istituzionali. Come Sole bookrunner è stata incaricata Merrill Lynch International. I due azionisti venditori, che a oggi detengono congiuntamente il 50,02% del capitale di Saras, hanno confermato il proprio impegno nella società, continueranno a essere i suoi principali azionisti e le azioni che posseggono resteranno soggette al patto parasociale sottoscritto nel 2013 e successivamente rinnovato. Entrambi i soci hanno concordato un lock up di 270 giorni sulle azioni ancora detenute.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

© Riproduzione riservata