Finanza & Mercati

L’iPhone X cresce e diventa Max: così Apple spingerà…

  • Abbonati
  • Accedi
STASERA IL LANCIO

L’iPhone X cresce e diventa Max: così Apple spingerà (ancora) sui telefoni

Non uno ma tre iPhone. Un anno dopo l’iPhone X, che nel celebrare il decennale dal primo telefono di Apple ha rinnovato per sempre l’interfaccia, abbandonando il tasto home e introducendo il notch, la “tacca” nella parte alta dello schermo per dare spazio ai sensori della fotocamera garantendo il maggiore spazio possibile per il display, Apple torna con 3 nuovi modelli. Almeno questo vogliono le principali indiscrezioni dell’evento che inizierà questa sera alle 19 ora italiana allo Steve Jobs Theatre, in California.

Solo che iPhone X, pur avendo uno schermo da 5,8 pollici, e dunque più dell’iPhone 8S ovvero il predecessore più grosso, rispetto al mercato non ha certo uno schermo grande.

Per gli amanti del maxi display, Apple secondo le indiscrezioni introdurrà un iPhone che dovrebbe chiamarsi XS Max da 6,1 pollici, che per il resto dovrebbe avere l’aspetto del X anche se con un processore più potente e altri avanzamenti sull’hardware. Ci dovrebbe essere anche iPhone XS: innovazione incrementale dell’iPhone X. E infine un modello più abbordabile da 6,1 pollici, che per costare un po’ meno non dovrebbe avere schermo oled a favore dell’lcd, e l’alluminio al posto dell’acciaio per la scocca.

GUARDA IL VIDEO / Il 12 settembre 3 nuovi iPhone

Secondo un report di Nomura ripreso dal Wall Street Journal il prezzo potrebbe partire da 800 dollari per il modello più economico, si fa per dire, per arrivare a 900 per iPhone XS e 1000 dollari per iPhone XS Max, ovvero il prezzo dell’iPhone X. Il prezzo medio si alzerebbe così ancora di 20 dollari rispetto a un anno fa: oltre a iPhone X infatti vennero lanciati iPhone 8 (699 dollari) e iPhone 8 Plus (799 dollari).

Questo è tutt’altro che un dettaglio per Apple. L’average selling price (Asp) è guardato con attenzione dagli analisti: nell’ultimo trimestre che si è chiuso a luglio, i ricavi anni su anno per l’azienda da oltre un miliardo di dollari di capitalizzazione sono cresciuti del 17%. Gli utili del 32%, ben oltre le attese degli analisti. Boom di vendite di iPhone X? No, visto che la crescita anno su anno è stata dell’1%. È stato il prezzo meglio a crescere: in un anno da 606 dollari a 724 dollari. La strategia dell’iPhone X, il primo telefono da 1000 dollari, in termini finanziari ha dunque pagato. E visto che secondo alcune stime nell’anno fiscale le vendite di iPhone varranno circa 165 miliardi di dollari, ovvero il 62% dei ricavi stimati, i nuovi modelli - il più veloce, il più grande e il meno costoso - hanno il compito di proseguire su questa strada.

Mentre altre novità arriveranno da un altro segmento che nelle ultime trimestrali ha dato buoni risultati: «altri prodotti». Lì dentro dovrebbero arrivare un nuovo Apple Watch, la quarta versione, con cornici ridotte, poi nuovi Airpods capaci di essere comandati con la voce e forse impermeabili, ma soprattutto caricabili con il tappetino Airpower capace di caricare telefono, orologio e auricolari insieme: arriverà anche lui stasera?

© Riproduzione riservata