Finanza & Mercati

Carige corre: ieri cda della svolta, aperti a M&A dopo lunghe…

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |ristrutturazioni bancarie

Carige corre: ieri cda della svolta, aperti a M&A dopo lunghe resistenze

Andamento titoli
Vedi altro

Scommesse in Borsa su Bca Carige: dopo aver perso il 48% circa dal giorno dell'assemblea del 20 settembre, le quotazioni sono balzate in avvio di oltre il 10% tornando a quota 0,005. Questa la reazione alle indicazioni emerse dal consiglio di amministrazione di ieri dopo che mercoledì Fitch aveva tagliato il rating di lungo termine a "CCC+" mettendo in serio dubbio le chance di risanamento dell'istituto. Due i punti chiave emersi dal board: la possibilità che la banca riesca a ripristinare i parametri patrimoniali entro fine anno grazie all'emissione di un prestito obbligazionario che potrebbe essere garantito o sottoscritto dal primo socio, Malacalza Investimenti, visto il difficile contesto per un collocamento sul mercato; l'apertura più convinta rispetto al passato a operazioni di aggregazione.

Mandato a Innocenzi per bond, prossimo cda sceglie advisor M&A
Sul primo punto, il cda ha dato mandato all’amministratore delegato di predisporre un piano di azione che garantisca, «indipendentemente dalle presenti condizioni di mercato», il rispetto entro fine anno anche dei parametri di Overall Capital Requirement. Non ci saranno quindi proroghe da parte della Vigilanza Bce sui tempi del rafforzamento. Sul secondo, il cda ha annunciato nella nota che in una prossima riunione provvederà ad assegnare un mandato a una banca di investimento per«esplorare possibili aggregazioni».

Analisti Mediobanca: aggregazioni più difficili in questo quadro di mercato
Secondo gli analisti di Mediobanca Securities, una aggregazione tra due banche di medie dimensioni in Italia è diventata più impegnativa da realizzare nelle attuali condizioni di mercato perché questo contesto è di ostacolo all'accelerazione dei piani di "derisking" (cioè di riduzione dei crediti problematici). L'avanzamento di questi piani, secondo gli stessi analisti, rappresenta il pre-requisito di qualsiasi aggregazione.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

© Riproduzione riservata