Finanza & Mercati

Turchia, Erdogan nazionalizza la banca dell’opposizione (fondata…

  • Abbonati
  • Accedi
turchia

Turchia, Erdogan nazionalizza la banca dell’opposizione (fondata da Ataturk)

(Afp)
(Afp)

Un fulmine sul Bosforo. Il Partito di maggioranza filo-islamico Akp del presidente turco Tayyip Erdogan invierà al parlamento una legge che consentirà il trasferimento al Tesoro delle principali quote detenute dal partito di opposizione Chp della banca Isbank, il più grande istituto quotato della Turchia. Lo ha reso noto lo stesso Erdogan sabato.

Il Chp, il partito socialdemocratico e laico del paese, detiene il 28% delle azioni di Isbank, banca creata da Kemal Ataturk, il fondatore della Turchia moderna.
Erdogan ha rilasciato questa dichiarazione dopo che il giornale filo-governativo Sabah aveva riferito in precedenza che l'Akp stava elaborando un progetto di legge per consentire il trasferimento delle quote al Tesoro. «Noi, come Partito Akp, porteremo questo tema in parlamento. Per fortuna il Mhp ha detto che darà il suo sostegno», ha aggiunto Erdogan a una manifestazione nella provincia centrale di Kayseri, in Turchia, riferendosi agli alleati nazionalisti del suo partito, gli eredi dei Lupi grigi.

Un precedente inquietante
«A Dio piacendo, lo faremo attraverso il parlamento e garantiremo il trasferimento di questa quota al Tesoro della Repubblica turca», ha affermato. Un pericoloso precedente che non piacerà certo agli investitori internazionali, già preoccupati dalla situazione della lira turca che ha perso il 40% del suo valore da inizio d'anno.
Il partito Akp ha 290 seggi in parlamento e insieme ai 50 seggi del Mhp ha un'ampia maggioranza per approvare la legge nell'assemblea composta da 600 deputati. Il Chp ha solo 144 voti.

La prova dei mercati
Le azioni di Isbank hanno aperto con un calo del 2,4% giovedì dopo i commenti di Erdogan sui media secondo cui il Tesoro dovrebbe rilevare la quota detenuta dal Chp. Erdogan in precedenza aveva espresso preoccupazione per un partito politico che controlla una quota rilevante di una grande banca e ha detto che le autorità dovrebbero esaminare i membri del Chp che siedono nel consiglio di Isbank. Ora si temono ripercussioni da parte dei mercati. La Turchia dovrebbe tenere elezioni locali a marzo del prossimo anno.

© Riproduzione riservata