Finanza & Mercati

Ricavi di Tod’s in discesa per i cambi. Soffre il mercato italiano

  • Abbonati
  • Accedi
moda

Ricavi di Tod’s in discesa per i cambi. Soffre il mercato italiano

Presentazione di un modello Tod’s alla Milan Fashion Week Spring 2019  (Reuters)
Presentazione di un modello Tod’s alla Milan Fashion Week Spring 2019 (Reuters)
Andamento titoli
Vedi altro

Nei primi nove mesi del 2018 il fatturato consolidato di Tod's ha toccato quota 722,7 milioni di euro a cambi costanti (+0,1%), sostanzialmente in linea con lo stesso periodo del 2017, ma a cambi correnti il giro d’affari è risultato pari a 706 milioni, con una flessione del 2,2 per cento. I marchi che hanno subito di più l’impatto dei cambi sono stati Tod’s e Roger Vivier, complice la loro maggiore presenza all’estero. Soffre, invece, in termini di fatturato l’Italia dove il gruppo ha registrato un calo delle vendite del 4,4 per cento.

«I risultati del terzo trimestre sono stati sostanzialmente in linea con le nostre attese - ha detto Diego Della Valle, presidente e amministratore delegato del gruppo -. Stanno iniziando ad arrivare nei negozi i progetti annunciati negli scorsi mesi. Il nuovo modello di business che abbiamo studiato per lo sviluppo dei prossimi anni (Tod’s Factory) comincia ad essere visibile nei negozi, da questi giorni e, da ora in avanti, ogni due mesi, nuovi prodotti arriveranno in vetrina, supportati da forti ed adeguati piani di marketing e comunicazione». Factory è un progetto che ricalca la nuova “tendenza” nel mondo della moda mainstream di puntare al lancio di minicapsule con cadenza più frequente rispetto alla tempistica classica delle collezioni.

L’imprenditore ha poi aggiunto che «la squadra di manager è in via di completamento». Tuttavia, ha spiegato, «ritengo che già così sia comunque una squadra adatta a realizzare i nostri obbiettivi».

Il titolo Tod’s ha chiuso in Borsa in discesa dello 0,72% a 54,8 euro.

© Riproduzione riservata