Finanza & Mercati

Dal Bolognese lancia un minibond per aprire a Miami

  • Abbonati
  • Accedi
food & finance

Dal Bolognese lancia un minibond per aprire a Miami

Dal 1960 è il ristorante cult per il mondo della politica e degli affari che si ritrova a Piazza del Popolo, a Roma. Qui, raccontano gli osservatori più acuti, per capire il clima che spira basta osservare chi si alza dal tavolo per salutare e omaggiare chi: banchieri, politici, gran commis pubblici, lobbisti. Ma anche attori, registi, artisti: tutti sono passati e passano Dal Bolognese, la vera terza Camera dello Stato, dicono gli aficionados, ben prima di Porta a Porta. Ora il ristorante fondato in piena “dolce vita” nel 1960, studia il grande salto internazionale: già presente dal 2005 nel centro di Milano, ora prepara lo sbarco a Miami, tramite un'operazione finanziaria che passa dall'emissione di un minibond da 3 milioni di euro quotato presso la Borsa di Vienna.

L’operazione finanziaria
Si tratta di un’obbligazione quinquennale (scadenza 2023) che offre una cedola semestrale al tasso d'interesse del 5% su base annua, emessa dalla holding “Dal Bolognese LTD”, con sede a Londra e sottoscrivibile, a partire dal 2 novembre scorso, da un massimo di 30 investitori professional. Un’operazione messa a punto con il supporto tecnico e strategico di Pairstech ed SGS&Partners, che hanno affiancato la società statunitense “Dal Bolognese LLC”, sempre guidata da Alfredo ed Ettore Tomaselli, seconda e terza generazione del brand, che potrà ̀ avvalersi, quindi, di capitali raccolti direttamente sui mercati finanziari, in aggiunta a quelli investiti direttamente dalla famiglia.

La forza del food made in Italy
L’interesse degli investitori conferma la forza della cucina made in Italy nel mondo e la qualità del food tricolore che da quasi 60 anni la cucina emiliana del ristorante è in grado di proporre. E il mix di gusto e finanza conferma come non sia impossibile trovare finanziatori per costruire percorsi di crescita per le imprese italiane nel mondo. Miami è il luogo ideale per questa mossa espansiva: la Florida, con il suo clima costantemente favorevole, offre una stagionalità molto estesa. La stessa location in città è strategica: il ristorante aprirà infatti all'interno della prestigiosa Brickell Bay Tower, proprio sulla baia di Key Biscayne, a pochi passi da altri ristoranti gettonatissimi come Cipriani, Novikov, Zuma, Komodo, Nusr-Et, La Petite Maison: griffe del food che attirano nella zona più prestigiosa di Miami code di avventori disposti a pagare cifre cospicue per prenzare e cenare a quei tavoli.

Lo sbarco a Miami di Dal Bolognese costituisce la prima tappa di un percorso di espansione pluriennale all'estero: «Se fino a oggi abbiamo ospitato in Italia il mondo dei Vip internazionali, è arrivato il momento di portare l'Italia da loro», ha detto Alfredo Tomaselli. Il ristorante ha inoltre lanciato la “Dal Bolognese Privilege Card”, rivolta a un massimo di 100 aderenti, che consentiranno ai possessori di gustare pranzi e cene, in numero stabilito, presso tutte le sedi di “Dal Bolognese” nel Mondo, oltre che di ricevere speciali vantaggi e attenzioni destinati ai fedelissimi del ristorante. .

© Riproduzione riservata