Finanza & Mercati

Amazon, la crescita si è inceppata. Titolo giù in Borsa

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |i conti dei big tech usa

Amazon, la crescita si è inceppata. Titolo giù in Borsa

NEW YORK - La macchina si è inceppata. E non è quello che gli investitori si aspettavano. I risultati del quarto trimestre di Amazon sono andati meglio delle stime, ma la frenata nella crescita delle vendite del colosso dell'e-commerce di Jeff Bezos, una debole guidance per il primo trimestre e i pesanti investimenti per il 2019 hanno fatto crollare il titolo nelle contrattazioni after hours di oltre il 5 per cento.
Qualche cifra. Il fatturato di Amazon è stato di 72,4 miliardi di dollari. Contro i 71,9 stimati, secondo Refinitiv. L'utile per azione (Eps) è stato di 6,04 dollari, molto meglio delle previsioni a 5,68. La divisione dei servizi web alle aziende, il cloud computing, ha generato ricavi per 7,43 miliardi contro i 7,3 miliardi attesi dagli analisti.

Nella conference call con gli analisti la società ha annunciato un incremento della spesa nel 2019, che segue un periodo di rallentamento degli investimenti dello scorso anno. Annuncio che ha contribuito al tonfo del titolo nelle contrattazioni del dopo mercato.
Le vendite di Amazon sono andate bene grazie al buon andamento del periodo natalizio. C'è stato un incremento del 19,7% nel trimestre, quasi un punto percentuale in più rispetto al 18,8% atteso dagli analisti. Tuttavia per il colosso dell'e-commerce si tratta del ritmo più lento di crescita dal primo trimestre 2015.

Per la prima volta dall'acquisizione, Amazon ha fornito le cifre della catena di supermercati premium Whole Foods comparabili anno su anno. Ebbene la catena di negozi fisici del food di Amazon mostra un rallentamento evidente della crescita nel mercato nord americano che è passata dal 42% del quarto trimestre 2017, al 18% dello stesso periodo 2018.
Anche le vendite internazionali di Amazon mostrano un rallentamento nel quarto trimestre. L'incremento è stato del 15% contro il +29% registrato nel medesimo periodo l'anno precedente. Pesa l'incertezza in India dove presto entrerà in vigore una nuova legge che impedisce alle società di e-commerce straniere di vendere prodotti attraverso società affiliate. “C'è molta incertezza su quale sarà l'impatto del cambiamento delle regole governative sul settore dell'e-commerce”, ha detto il cfo Brian Olsavsky. “Il nostro problema principale che è anche la nostra preoccupazione principale è cercare di minimizzare l'impatto sui nostri clienti e venditori in India”.

Tutti aspetti che hanno contribuito a rivedere le guidance per il primo trimestre del 2019: Amazon prevede ora ricavi in una forchetta compresa tra 56 e 60 miliardi $, al di sotto delle stime degli analisti: 60,8 miliardi del consensus stimato da FactSet.
Il cloud e il settore dei servizi web aziendali di Amazon (Aws) è tra quelli che cresce di più, e come previsto continua a ottenere risultati molto buoni: +45% nell'ultimo trimestre rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. Raddoppia quasi, inoltre, il giro d'affari della divisione advertising che ha avuto un balzodel 95%, a 3,4 miliardi di dollari.
Il buon andamento del cloud e dell'advertising è la principale causa dei profitti record di Amazon, nonostante il rallentamento della crescita nelle vendite. Nel quarto trimestre la società di Bezos ha generato 3 miliardi di utili netti, con un miglioramento del 66% rispetto all'anno prima.

Nel complesso sui quattro trimestri 2018 Amazon ha riportato ricavi per 232,9 miliardi di dollari. Il ceo Bezos ha messo in evidenza il successo di Alexa, il dispositivo di assistenza vocale, “Alexa è stato venduto davvero molto durante la stagione delle festività. Echo Dot è stato il prodotto più venduto in assoluto a livello globale rispetto a tutto il catalogo di Amazon”
Le azioni Amazon lo scorso anno hanno guadagnato il 18% a Wall Street. La capitalizzazione di borsa ieri subito dopo i conti era di 840 miliardi di dollari. Insomma bene ma non benissimo. Come ha scritto qualche analista: 'incredibile macchina da soldi di Amazon è diventata meno incredibile.

© Riproduzione riservata