Finanza & Mercati

Il Gotha della finanza a Cinecittà per il il 25esimo Congresso…

  • Abbonati
  • Accedi
l’evento

Il Gotha della finanza a Cinecittà per il il 25esimo Congresso Assiom-Forex

Sono i suggestivi set cinematografici di Cinecittà a far da sfondo al consueto appuntamento dell'Assiom-Forex. Il congresso, che ogni anno chiama a raccolta il sistema bancario italiano in una città diversa, quest'anno prende forma a Roma, tra le scenografie dei film spaghetti western di Sergio Leone e di Ben-Hur. Presenti i vertici dei principali gruppi bancari. In prima fila i presidenti di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, e di UniCredit, Fabrizio Saccomanni, assieme al presidente dell'Abi Antonio Patuelli.

Ad ascoltare le parole del governatore Ignazio Visco c'è di fatto il gotha dei banchieri italiani. A partire dall'intero vertice di Ubi, rappresentato dal presidente del CdS Andrea Moltrasio, la presidente del Cdg Letizia Moratti e il Ceo Victor Massiah. Così come l'intera top line di Banco Bpm, con il Ceo Giuseppe Castagna, il presidente del comitato esecutivo, Pierfrancesco Saviotti, il dg Maurizio Faroni, e il condirettore Salvatore Poloni.

Presenti anche i vertici di due banche nel “mirino”, ovvero Mps (con la presidente Stefania Bariatti) e Carige, con il presidente Pietro Modiano. Tra le banche medio-piccole, spiccano i vertici Banca Popolare di Sondrio (l'ad Mario Pedranzini) e di Banca Sella.

A far gli onori di casa, Giulio Magagni, presidente di Iccrea Banca, seduto in prima fila non lontano da Andrea Munari, numero uno di Bnl-Bnp Paribas e dal presidente Luigi Abete. Nel parterre anche Flavio Valeri, ceo di Deutsche Bank Italia.

Nutrita anche la componente istituzionale. Tra i rappresentanti di Bankitalia, Salvatore Rossi e Fabio Panetta, assieme al capo della Vigilanza Carmelo Barbagallo. Per il governo, il dg del Mef, Alessandro Rivera, da anni in prima linea sui dossier bancari più caldi.

© Riproduzione riservata