Finanza & Mercati

Borse, Piazza Affari (+0,8%) stacca le rivali con le…

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |la giornata dei mercati

Borse, Piazza Affari (+0,8%) stacca le rivali con le banche. Sprint di UniCredit

(Afp)
(Afp)
Andamento titoli
Vedi altro

Banche in primo piano oggi a Piazza Affari, risvegliate dalla stagione delle trimestrali. Il FTSE MIBha vantato la performance migliore d’Europa (+0,82%), spinto appunto dal comparto finanziario e festeggiando il successo dell’asta Btp a trenta anni. Lo spread, tuttavia, è salito in area 267 punti, massimo da un mese. Nel Vecchio Continente Francoforte è stata la peggiore, penalizzata dall’andamento degli ordini all’industria tedesca, crollati lo scorso dicembre del 7% rispetto a un anno prima. Si tratta della flessione più ampia dal 2012, che finirà per pesare sulla congiuntura di tutta la zona euro. Proprio domani, tra l'altro, la Commissione europea diffonderà le nuove stime sull’economia del Vecchio Continente e dei diversi stati, prendendo atto del rallentamento registrato negli ultimi mesi. Chiusura in territorio negativo per Wall Street: Il Dow Jones perde lo 0,08%, il Nasdaq cede lo 0,36%, mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,22 per cento.

Banche in rialzo, corre UniCredit
In particolare a Piazza Affari si sono messe in evidenza le azioni di UniCredit (salite di oltre 4%), nell’attesa dei conti che saranno diffusi domani mattina. Anche Banco Bpm ha guadagnato oltre il 2% in vista dei conti diffusi a Borsa chiusa. Ed ancora, Intesa Sanpaoloha guadagnato il 2,39%, all’indomani della diffusione dei conti del 2018, archiviati con un utile di 4 miliardi, abbastanza in linea con le attese degli analisti, che comunque hanno confermato raccomandazioni positive. Ad esempio hanno consigliato di acquistare i titoli dell’istituto guidato da Carlo Messina Equita, Morgan Stanley, Kepler Chevreux e Banca Akros. Gli esperti di Equita hanno apprezzato le indicazioni per il 2019, quando la banca conta di registrare ancora un utile al di sopra della soglia dei 4 miliardi. Ed ancora, si è mossa al rialzo anche Mediobanca (+2,19%), in vista della semestrale di domani. Finecobank è salita dell'1,16% all’indomani dei numeri del 2018, chiusi con un utile netto di 241,2 milioni di euro, in rialzo del 12,7%.

Atlantia sotto la lente

Piazza Affari hanno inoltre catalizzato l’attenzione le Atlantia, pur chiudendo invariate. Oggi il ceo, Giovanni Castellucci, ha spiegato dalle pagine del Sole 24 Ore la strategia sui dossier internazionali del gruppo e ha preannunciato che è nel mirino la gestione dell'Aeroporto Charles De Gaulle di Parigi, anche se in un’ottica di medio-lungo periodo. I titoli nel corso della seduta si sono riportato sui livelli (a 21,5 euro) dello scorso agosto, prima della tragedia del Ponte Morandi.

Andamento dello spread Btp / Bund

St la migliore tra le big, continua il recupero di Moncler
Stmicroelectronicsha guadagnato il 5%, dopo il calo della vigilia. Sono inoltre andate bene le Moncler (+1,3%), mentre è scattato il conto alla rovescia per la presentazione il 20 febbraio delle nuove collezioni di Genius, oltre che per i conti del 2018 che saranno svelati a fine mese. Della moda hanno fatto bene anche le Salvatore Ferragamo (+0,4%). Se hanno perso quota leEnii (-0,5%), le Enel sono salite dello 0,19% nell'attesa dei conti del 2018 diffusi a Borsa chiusa.

La Juve rialza la testa, bene anche Fca
Hanno inoltre rialzato la testa le azioni della Juventus Fc (+2,15%), dopo la raffica di vendite degli ultimi dieci giorni. Il club bianco-nero ha annunciato la cessione di Sturaro al Genova, realizzando una plusvalenza di quasi 13 milioni. Così con le vendite messe a punto con il calcio-mercato di gennaio la squadra ha incassato un tesoretto di circa 60 milioni dopo i grandi acquisti estivi (Ronaldo in primis). Della galassia Agnelli hanno perso punti leFerrari (-0,3%) e le Exor (-0,17%), mentre sono andate bene le Cnh Industrial (+1,14%) e le Fiat Chrysler Automobiles(+0,4%), quest’ultime a dispetto dell’annuncio del richiamo di 882 mila pickup trucks. Mediobanca ha precisato che la notizia, pur essendo negativa, ha un impatto limitato sui conti del gruppo. Telecom Italiaè salita solo dello 0,3%, all'indomani dell’incontro tra i vertici della compagnia e quelli di Open Fiber, che tuttavia si è concluso senza troppi spunti sull’eventuale costituzione di una rete unica per il Paese. Per adesso sono infatti state definite le squadre di lavoro e la roadmap per ulteriori incontri per individuare le aree di sinergie.

Nel resto d'Europa, sale Alstom dopo no Ue a nozze con Siemens
Nel resto d'Europa, Parigi e Londra hanno chiuso sulla parità, Francoforte ha peso lo 0,38%, mentre Madrid è salita dello 0,1%. A Parigi Dassault Systemes è volata del 10%, grazie ai conti del 2018 chiusi con un utile in rialzo del 9,4% a 568 milioni di euro. Le Alstom sono salite del 4% dopo il no della Commissione Ue al matrimonio con la tedesca Siemens, che a Francoforte ha invece perso lo 0,8%.

Euro sotto la soglia di 1,14 dollari, petrolio inverte la rotta dopo le scorte Usa
Sul mercato valutario, l'euro si è portato al di sotto della soglia di 1,14 dollari sotto la quale ha stazionato per tutta la giornata, anche nell'attesa che domani siano diffuse le stime della Commissione europea sui Paesi della zona euro. Sicuramente Bruxelles ha preso atto del rallentamento della congiuntura registrato negli ultimi mesu. Il petrolio ha invertito la rotta sul finale, dopo la diffusione del dato sulle scorte americane da parte del Dipartimento dell'Energia. In effetti le scorte settimanali di greggio degli States, pur salendo di 1,263 milioni di barili, hanno registrato una variazione inferiore a quella messa in conto dagli esperti.

Btp: domanda record per il 30 anni. Spread stabile a 264 punti
Si chiude a 8 miliardi il collocamento del nuovo BTp benchmark a 30 anni con scadenza 01/09/2049 a fronte di una domanda record che ha superato i 41 miliardi, dei quali 4,5 fanno capo ai lead manager del collocamento. Sono i termini finali sul BTp a 30 anni emesso oggi da un consorzio di banche composto da Banca Imi, Bnp Paribas, Credit Agricole, Deutsche Bank e Goldman Sachs che ieri avevano ricevuto il mandato per il collocamento sindacato dal Tesoro. Per il nuovo BTp 2049 il rendimento è di 18 pb sopra il tasso offerto dall’altro BTp trentennale già presente sul mercato, il BTp marzo 2048. Intanto lo spread si attesta a 264 punti.

Germania: netto calo degli ordini all'industria, -1,7% a dicembre
A dicembre scorso, a livello rettificato, gli ordini dell'industria in Germania sono diminuiti dell'1,6% sul mese precedente. Si tratta di un risultato peggiore delle attese. Su novembre 2017 il calo è stato del 7 per cento.

Bilancia commerciale Usa: il deficit migliora più delle attese degli analiti
Negli Stati Uniti è stato annunciato che la bilancia commerciale ha registrato un deficit in miglioramento lo scorso novembre. Stando a quanto annunciato dal Dipartimento del Commercio, il deficit è sceso dell'11,5% rispetto al mese precedente a 49,3 miliardi di dollari. Gli analisti si aspettavano un deficit di 54,3 miliardi. Le esportazioni sono scese dello 0,6%, le importazioni del 2,9%.Inoltre è emerso che la produttività è migliorata, sebbene il dato diffuso dal Dipartimento del Lavoro sia solo parziale, a causa dello shutdown del governo federale durato 35 giorni. Nel settore manifatturiero, la produttività è aumentata dell'1,3% nel quarto trimestre, dopo il +1,1% del terzo..

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

© Riproduzione riservata