Finanza & Mercati

Telecom, de Puyfontaine scrive a sindaci e Consob

  • Abbonati
  • Accedi
la battaglia sulle tlc

Telecom, de Puyfontaine scrive a sindaci e Consob

Andamento titoli
Vedi altro

Dopo Vivendi anche Arnaud de Puyfontaine, in prima persona e in qualità di consigliere, scrive a sindaci di Tim e a Consob. Il tema è ancora il mancato rispetto delle regole di corporate governance da parte di alcuni amministratori per cui chiede «accertamenti puntuali e definitivi».

Sul tavolo del presidente dei sindaci Roberto Capone e negli uffici della Commissione ci sono 44 pagine nelle quali il ceo di Vivendi espone le sue considerazioni sul mancato rispetto dei principi di corporate governance all’interno del board di Tim «nell’adempimento degli obblighi che fanno capo a ciascun amministratore - si legge nella lettera di De Puyfontaine - per
consentire quegli accertamenti, puntuali e definitivi, che certo non rientrano nei poteri del sottoscritto».

Intanto Cdp ha iniziato ad acquistare azioni del gruppo di tlc nei giorni scorsi. In attesa della pubblicazione dell'aggiornamento della partecipazione da parte della Consob si è appreso che la quota è appena sopra il 5%, la prima delle
soglie rilevanti. La Cassa dovrebbe incrementare il suo peso
fino al 10 per cento del capitale di Tim.

© Riproduzione riservata