Finanza & Mercati

Ford taglia 5mila posti in Germania ma aumenta il compenso milionario del ceo…

  • Abbonati
  • Accedi
automotive/1

Ford taglia 5mila posti in Germania ma aumenta il compenso milionario del ceo Hackett

Ford ha annunciato un piano di ristrutturazione delle sue attività in Europa che prevede oltre 5.000 esuberi in Germania dove sono occupati 24.000 dei suoi 53.000 dipendenti in Europa, dove il costruttore statunitense ha 15 stabilimenti (situati in Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Romania, Russia e Slovacchia). La riduzione della forza lavoro, ha spiegato l'azienda, avverrà tramite l'utilizzo di incentivi per l'uscita e prepensionamenti mentre non è prevista la chiusura di impianti di produzione.

Saranno coinvolti dalle misure di risparmio, che potranno ammontare a 500 milioni di dollari, gli stabilimenti di Colonia, Saarlouis e Aquisgrana. «Questo annuncio - ha commentato un portavoce dell'azienda in un comunicato - rientra nell'ambito del piano di ristrutturazione di Ford Europe annunciato a gennaio che mira a riportare rapidamente all'attivo le attività nel mercato europeo».

La notizia è arrivata nel giorno in cui si è venuto a sapere che Jim Hackett, il 63enne amministratore delegato della casa dell’Ovale blu, ha ricevuto lo scorso anno un compenso di 17,8 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 16,7 milioni dell'anno precedente e nonostante una riduzione di poco meno del 30% del bonus destinato al top manager. L’anno scorso l’utile netto di Ford è stato più che dimezzato, con perdite praticamente ovunque tranne che in nord America. In Borsa la caduta è stata pari al 39%, con gli investitori che hanno rimproverato ad Hackett di muoversi troppo lentamente e di non essere riuscito a chiarire il suo piano di rilancio.

© Riproduzione riservata