Finanza & Mercati

Ferrero è in pole position per i biscotti Kellogg

  • Abbonati
  • Accedi
acquisizioni made in italy

Ferrero è in pole position per i biscotti Kellogg

È vicina una nuova grande acquisizione per il colosso di Alba Ferrero. Secondo indiscrezioni Ferrero, affiancato dagli advisor Lazard e Credit Suisse, sarebbe infatti favorito per l’acquisto negli Usa della linea di biscotti e degli snack della Kellogg, la multinazionale americana che deve la fama soprattutto a quei cornflakes che da oltre cento anni rappresentano il suo marchio più famoso nel mondo.

GUARDA IL VIDEO / Ferrero, bilancio nel segno di sostenibilità e benessere

Ferrero secondo i rumors sarebbe in vantaggio rispetto agli altri soggetti industriali e ai fondi di private equity. Il principale concorrente resterebbe la multinazionale Usa Hostess Brands.

Cookies al cioccolato e barrette alla frutta

Il produttore della Nutella punta su brand americani come come Famous Amos e Keebler, noti per i tradizionali cookies al cioccolato, e Stretch Island, che produce barrette alla frutta. L’operazione avrebbe una valutazione di un miliardo e mezzo di dollari.

In corsa anche per Arnott’s Biscuits

Ferrero sta partecipando ad altri processi di acquisizione. Un’altra asta che vede coinvolto il gruppo di Alba, oltre a quella sui biacotti Kellogg, è quella sugli storici biscotti australiani Arnott’s Biscuits che sta cedendo Campbell Soup. Dopo anni di crescita organica, nel 2017 Ferrero ha messo sul piatto circa un miliardo di dollari per comprare la Ferrara Candy Company, un’azienda che produce le caramelle e i dolciumi dei marchi Red Hots e Now & Later. Dopo poco tempo è arrivata l’operazione da 2,8 miliardi di dollari sulle attività della Nestlé in Usa che producono dolciumi, con marchi come BabyRuth e Butterfi.

© Riproduzione riservata