ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNautica

Fincantieri in rialzo, tenta sorpasso sui francesi di Naval per maxi commessa greca

In palio un contratto da 1,5 miliardi. Broker prudenti. Il Sole 24 Ore riferisce che la società è in lizza per la realizzazione di tre corvette

di Eleonora Micheli

(ANSA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Fincantieri in rialzo a Piazza Affari sull’ipotesi che la società possa aggiudicarsi una commessa da Atene. Il Sole 24 Ore riferisce che la società è in lizza per una commessa greca per la realizzazione di tre corvette. Partita che a Parigi consideravano già chiusa, dopo il contratto che l'anno scorso Atene ha siglato con la francese Naval Group per la costruzione di quattro fregate di difesa e di intervento (Fdi). Nel dettaglio in ballo c'è la realizzazione di tre corvette, più l’opzione per una quarta nave, con il governo di Atene intenzionato a spendere fino a 1,5 miliardi di euro. Nell'ultimo periodo a rimescolare le carte è stata l’allettante offerta di Fincantieri, che mette insieme la qualità della piattaforma militare con un forte assist al sistema produttivo locale.

Grazie a un protocollo d’intesa sottoscritto nelle scorse settimane con i cantieri greci gestiti dall'americana Onex, il gruppo guidato da Pierroberto Folgiero si è infatti impegnato a costruire, in caso di aggiudicazione della commessa, due navi più l’eventuale opzione nel sito ellenico di Elefsis (mentre l’unità capoclasse sarà costruita in Italia, con avvio dei lavori a Riva Trigoso) ed è pronto a trasferire al personale greco impegnato in quei cantieri il know-how e la tecnologia necessari per costruire le nuove corvette. Con un investimento, da parte del socio americano di Onex, stimato in 80 milioni di euro e una ricaduta, in termini occupazionali, di 2.500 nuovi posti di lavoro tra diretti e indotto. Tra l’altro, secondo Il Sole 24 Ore, anche da un punto di vista tecnico la proposta di Fincantieri pare superiore a quella di Naval Group, che dalla sua ha tuttavia un forte supporto governativo. Cosa non da poco considerando che Atene adotterà decisioni tenendo conto anche dei propri interessi di politica estera. Tuttavia, per il governo greco affidare la commessa a Fincantieri potrebbe rappresentare una mossa anche per allargare la rete di alleati occidentali al di là della Francia.

Loading...

Gli analisti di Equita hanno commentato che «dopo i recenti accordi con il gruppo americano Onex per la gestione dei cantieri greci di Elefsis, che verranno utilizzati per la costruzione delle navi, riteniamo che Fincantieri abbia buone chance di vedersi assegnato l’ordine». Gli esperti, ad ogni modo, continuano a raccomandare prudenza (‘Hold’) sulle azioni, indicando un target di prezzo a 0,49 euro, livello inferiore ai corsi di Borsa. «L’aggiudicazione della commessa sarebbe positiva e fornirebbe maggiore visibilità sulle stime future e sul peso del segmento militare nello Shipbuilding, segmento che normalmente gode di termini migliori rispetto al settore crocieristico, sia dal punto di vista della marginalità, sia per quanto concerne il profilo di cassa», hanno commentato gli esperti di Intermonte, che però ribadiscono il consiglio di vendere le azioni (‘Underperform’), con target di prezzo a 0,45 euro. Gli esperti, comunque, ricordano che la società presenterà il piano industriale 2023-2027 in occasione della pubblicazione dei conti del 2022, prevista il prossimo 23 marzo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti