il giudizio

Fitch conferma il rating dell’Italia a BBB-, outlook stabile

Secondo l’agenzia, il pil italiano si contrarrà quest’anno del 9,1%, per poi rimbalzare nel 2021 e nel 2022 quando crescerà del 4,5% e del 4,3%

default onloading pic
(Afp)

Secondo l’agenzia, il pil italiano si contrarrà quest’anno del 9,1%, per poi rimbalzare nel 2021 e nel 2022 quando crescerà del 4,5% e del 4,3%


2' di lettura

Fitch ha confermato venerdì il suo giudizio sull’Italia, con rating a BBB- e outlook stabile.

Nella sua analisi l’agenzia spiega che la pandemia da coronavirus ha avuto un impatto significativo sull’economia italiana e la debolezza strutturale della crescita del Paese pesa, insieme all’elevato debito, sul rating. Allo stesso tempo, però, c’è una serie di elementi positivi rappresentati da un’economia diversificata e a elevato valore aggiunto, dall’appartenenza all’Unione europea, e dall’elevato reddito nazionale procapite. L’Italia, spiega Fitch, ha beneficiato del piano di quantitative easing varato dalla Bce e può vantare inoltre un indebitamento moderato del settore privato. Favorevole anche la scadenza media del debito pubblico (pari a 6,95 anni).

Loading...
IL RATING DELL’ITALIA

La valutazione delle agenzie (nota: h = high, l = low)

IL RATING DELL’ITALIA

Le previsioni

Secondo l’agenzia, tuttavia, il pil italiano si contrarrà quest’anno del 9,1%, per poi rimbalzare nel 2021 e nel 2022 quando crescerà rispettivamente del 4,5% e del 4,3%. Il deficit dell’Italia nel 2020 si attesterà a circa 11% del pil per calare poi all'8% nel 2021 e al 6,6% nel 2022. Lo prevede Fitch stimando un debito al 160% quest’anno.

Gli altri giudizi

Il giudizio dell’agenzia arriva come quarto della seria dopo una serie di conferme incassate dall’Italia a partire dal mese di ottobre scorso. Prima a esprimersi era stata Standard & Poor’s, che il 23 ottobre scorso aveva confermato il rating dell’Italia a livello BBB, migliorando al contempo l’outlook da negativo a stabile.

Una settimana dopo quella che poteva essere considerata una “promozione” a sorpresa da parte di Standard & Poor's, sui conti italiani è arriva una una ulteriore conferma. Questa volta è stata l’agenzia canadese Dbrs, che ha comunicato la decisione di mantenere il rating BBB(high) ma questa volta con outlook negativo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti