IFA 2020

Flessibile, multitasking e ultraleggero: il “nuovo” pc portatile è servito

Asus, Lenovo e Acer, ecco cosa hanno in serbo per dare una forma all’undicesima generazione dei processori Core di Intel. In arrivo in autunno

di Gianni Rusconi

default onloading pic
ZenBook Pro 15 UX535

Asus, Lenovo e Acer, ecco cosa hanno in serbo per dare una forma all’undicesima generazione dei processori Core di Intel. In arrivo in autunno


4' di lettura

Complice la pandemia, il lockdown e lo smart working durante e dopo, è tornato ad occupare un posto di rilievo nella dotazione digitale di professionisti, studenti e lavoratori di vario genere. Parliamo del personal computer, oggetto che continua nella sua lenta ma costante evoluzione e che, anche in questa edizione “monca” dell'Ifa di Berlino vuole ritagliarsi i dovuti spazi. Denominatore comune ai nuovi annunci, dal punto di vista strettamente tecnico, sono i processori Core di Intel di 11esima generazione (nome in codice Tiger Lake) con a bordo la nuova tecnologia grafica Iris Xe. A livello funzionale, invece, parlare di innovazione vera e propria è ancora più difficile ma è indubbio che sotto il profilo della versatilità d'uso i nuovi notebook e ibridi delle varie Asus, Acer e Lenovo (i primi tre produttori a presentare le nuove line up) facciano un ulteriore passo in avanti, a tutto beneficio della user experience dell'utente, consumer o business che sia.

ASUS ZenBook S UX393

Asus: cinquina di ZenBook e la new entry ExpertBook

L'essenza dell'abbuffata di nuovi portatili, in rampa di lancio per l'autunno e di cui non sono stati annunciati i prezzi di listino, che la casa taiwanese ha portato virtualmente in vetrina a Berlino nel corso dell'evento Built for Brilliance è sostanzialmente riconducibile alla presenza nel motore delle nuove Cpu Intel Core, al supporto dei protocolli Wi-Fi 6 per la connessione senza fili e Thunderbolt 4 per la trasmissione dei dati tramite porte Usb-C e a una varietà di formati che da sempre contraddistingue l'offerta di Asus. Cinque, addirittura, i nuovi modelli della famiglia ZenBook: Flip S, S, 14, 14 Ultralight, Pro 15, cui si aggiunge una versione più leggera del notebook ExpertBook B9. Per tutti la promessa è quella di massima produttività senza rinunciare a vezzi tech come la webcam IR per accedere ai documenti tramite i comandi vocali di Windows Hello o un comparto audio con tecnologie (come AI-Trained e Clearvoice Speaker) per filtrare il rumore ambientale di fondo in entrata. Guardando ai singoli prodotti, lo Zenbook S è un ultraportatile con design molto lineare e bordi estremamente sottili tagliati a diamante che riflettono un effetto oro/rame; vanta inoltre un display touchscreen da 13,9 pollici in formato 3:2 (che aumenta che aumenta lo spazio di visualizzazione verticale del 18%) e una tastiera “edge-to-edge” con blocco numerico touch direttamente inserito nel trackpad. Alla categoria dei portatili 2-in-1 appartiene invece il Flip S, che Asus ha battezzato come il “convertibile Oled più sottile al mondo” e l'unico del lotto a esibire anche la certificazione Intel Evo. Di serie è montato in effetti uno schermo a risoluzione Uhd 4K da 13,3 pollici ma il vero plus di questo modello sembra essere la cerniera che permette di ruotare il display di 360 gradi.

Zenbook da 14 pollici

Più convenzionali, invece, i due Zenbook da 14 pollici. Il modello Ultralight ha dalla sua uno chassis NanoEdge senza cornici sui quattro lati che racchiude un display retroilluminato a Led e un peso (inferiore al chilogrammo) che ne giustificano il nome. Di serie anche il NumberPad 2.0 per l'immissione rapida dei dati. La serie 14 ricalca le caratteristiche del precedente, con uno spessore di soli 17 mm, e aggiunge lo schermo touchscreen secondario che utilizza la nuova versione del software ScreenXpert 2.0 per gestire le varie applicazioni. Chiude la lista lo Zenbook Pro 15, che arriva a livello di processori Intel Core solo alla decima generazione ma si distingue per il display touch extralarge da 15,6 pollici 4K a tecnologia Oled e lo schermo complementare ScreenPad.

ExpertBook B9

L'ExpertBook B9 infine, è un aggiornamento del modello lanciato all'inizio di quest'anno e, oltre alle Cpu Intel di 11esima generazione, fa un passo in avanti sotto il profilo della portabilità (solo 14,9 mm di spessore un peso di 880 grammi) e quello audio, con due altoparlanti stereo integrati firmati Harman Kardon.

Acer Swift 3 13.5 pollici

Acer raddoppia con gli ultraportatili

Swift 5: questa la principale carta che si gioca il produttore taiwanese con il jolly dei processori Core di 11esima generazione, grafica integrata Iris Xe e la certificazione alla piattaforma Evo. Una famiglia di notebook ultraportatili (circa un chilogrammo di peso) che si rinnova dunque sotto il profilo hardware anche grazie allo schermo touchscreen da 14 pollici antimicrobico Corning Gorilla Glass e che promette (come tutti) prestazioni e funzionalità in grado di migliorare l'esperienza d'uso complessiva, a cominciare dall'autonomia di lavoro garantita fino al limite delle 17 ore e una ricarica rapida che assicura quattro ore di funzionamento dopo soli 30 minuti attaccato alla prese di corrente. A listino entrano a 1.099 euro. Accessoriati di tutto punto, compreso il supporto delle tecnologie Thunderbolt e della connettività WiFi 6 (Gig+) sono anche gli Swift 3, che si presentano nelle configurazioni con display 2K da 13,5 pollici in formato 3:2 e Full HD da 14 pollici con il pregio di uno spessore che non supera i 16 mm e cornici ultrasottili. I prezzi partono e da 899 e 799 euro rispettivamente.

Lenovo Yoga 7i

Lenovo Yoga in salsa Intel

É all'insegna della tecnologia al silicio “made in Santa Clara” anche l'infornata di nuovi portatili consumer della casa cinese, e quindi le famiglie Yoga 9i e 7i nelle varie configurazioni con schermi da 13, 14 e 15 pollici. In attesa della certificazione alla piattaforma Evo, Lenovo ha rivisitato il motore dei portatili portabandiera del verbo “smart” nel segno di stile, ultraportabilità e prestazioni adeguate a chi lavora in mobilità e in modalità multitasking. I primi modelli a vedere il mercato italiano saranno gli Slim 7i, in vendita dal mese di ottobre a partire da 999 euro. Per tutti gli altri bisognerà invece attendere la fine del 2020: per gli Yoga 7i serviranno come minimo 1.199 euro, per gli Yoga 9i con display da 14” o 15” si parte invece da 1.599 euro mentre per gli Slim 9i da 14 pollici occorrerà sborsare 1.999 euro.

Per approfondire

Intel libera la “tigre”: nasce l'undicesima generazione di Cpu per computer portatili

Leggi l’articolo


loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti