partnership

Fondazione Airc e Banco Bpm da oggi insieme per rendere il cancro sempre più curabile

di Francesca Cerati


default onloading pic

3' di lettura

Banco Bpm sarà a fianco della Fondazione Airc per la ricerca sul cancro come partner istituzionale di raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica e di divulgazione della corretta informazione sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro.
Questa partnership si inserisce in una più ampia visione di responsabilità sociale di Banco Bpm, che vede la partecipazione attiva della Banca verso tutte quelle iniziative volte a creare valore sostenibile nel tempo nonché a promuovere lo sviluppo dei territori in cui opera.

Il progresso della ricerca scientifica, che Airc promuove e sostiene da oltre 50 anni, incontra in Banco Bpm un primario sostenitore, convinto del valore di questa iniziativa nei confronti della comunità e nello sviluppo del Paese.
«La partnership con Fondazione Airc – commenta Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco Bpm – ha un grande valore per la Banca sia per il coinvolgimento dei colleghi e delle loro famiglie, sia dei clienti e delle comunità locali. Crediamo fortemente nella valenza della ricerca e della sua divulgazione. Far parte di un territorio significa non solo lavorare con i suoi attori principali, famiglie e imprese, ma anche condividere e restituire beneficio con iniziative che portano con sé un valore indiscutibile».

«Territorio e comunità sono due pilastri di Fondazione Airc: 17 Comitati regionali, 20mila volontari, 4 milioni e mezzo di sostenitori, 5mila ricercatori che lavorano nei laboratori di tutta Italia, pubblici e privati – aggiunge Niccolò Contucci, direttore generale di Fondazione Airc – Attenzione al territorio significa raccogliere fondi e poi restituirli alla comunità attraverso l'impegno dei ricercatori, valorizzando ogni singolo euro che riceviamo dalle donazioni di privati, aziende e dal 5 per 1000 dei contribuenti, garantendo che venga destinato solo alla migliore ricerca sul cancro, nell'interesse dei pazienti e delle loro famiglie. La partnership fra Airc e Banco Bpm rispecchia questa visione e ci consentirà di sostenere concretamente e con continuità il progresso della ricerca sul cancro in Italia”»

La partnership porterà valore aggiunto in ambiti strategici per la missione di Fondazione Airc: attraverso i grandi eventi di raccolta fondi Banco Bpm contribuirà a sostenere la ricerca sui tumori femminili e sui tumori pediatrici, la formazione e specializzazione dei giovani talenti dell'oncologia italiana, la divulgazione della conoscenza sui temi della prevenzione e della cura dei tumori e l'informazione dei cittadini sui risultati e sui progressi della ricerca. Infine, la Banca si impegna a coinvolgere attivamente tutti i suoi stakeholder – dipendenti, clienti, partner – nella raccolta fondi per Airc.

A partire da oggi Banco Bpm sarà in piazza con Fondazione Airc per lo storico appuntamento con l'Azalea della Ricerca che dal 1984 in occasione della Festa della Mamma – domenica 12 maggio - fa fiorire le piazze italiane per sostenere la ricerca sui tumori femminili.

A novembre, in occasione dei Giorni della Ricerca, Banco Bpm conferma il suo impegno con il coinvolgimento attivo dei dipendenti e dei clienti di tutti i territori in cui è presente e con cui collabora, distribuendo nelle filiali i Cioccolatini della Ricerca.

E sempre insieme portano anche i protagonisti della musica e del teatro, tra cui Gigi Proietti e Paolo Conte, nei più prestigiosi teatri italiani per portare nuove risorse alla ricerca sui tumori pediatrici. Esclusivi eventi di raccolta fondi sul territorio, come charity dinner, arricchiranno il programma per sostenere il lavoro dei ricercatori.

Sull’importanza della divulgazione Banco Bpm e Airc hanno scelto di sostenere “Dna”, un'opera inedita di musica e scienza, che grazie alla genialità artistica dei Deproducers, la consulenza del ricercatore Pier Paolo Di Fiore e del divulgatore Telmo Pievani, racconta in modo innovativo ed emozionante il valore culturale della ricerca nel nostro Paese. L’opera, rappresentata al Teatro Grande di Brescia lo scorso 9 aprile e al Parco della Musica di Roma l'11 aprile, sarà in scena il prossimo 18 maggio a Mantova al Teatro Ariston, in occasione del Festival Food&Science, e a seguire in molte date sul territorio.

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...