EMERGENZA CORONAVIRUS

Fondazione Cr Firenze in soccorso alla Regione Toscana: mascherine e respiratori in arrivo dalla Cina

L’ente ha anticipato 22 milioni e ne ha investiti 3,2 - Un carico con oltre 13 milioni mascherine e 200 caschi sarà a Pisa sabato 4 aprile

di Silvia Pieraccini

(ANSA)

2' di lettura


Comprare mascherine e dispositivi medicali in Cina e doverli pagare in anticipo, come richiesto dai fornitori, può rivelarsi un ostacolo insormontabile per le pubbliche amministrazioni che hanno rigidi vincoli di spesa. È per questo che in soccorso della Regione Toscana, alle prese con l’emergenza coronavirus, è arrivata la Fondazione Cassa di risparmio di Firenze: l’ente guidato da Luigi Salvadori ha anticipato 22 milioni per pagare il materiale sanitario destinato agli ospedali toscani acquistato dalla Regione, materiale in arrivo dalla Cina insieme con quello comprato e donato dalla stessa Fondazione di origine bancaria, da Toscana Aeroporti e dall’associazione Amici del Pronto soccorso.
I tre soggetti hanno infatti investito in mascherine, ventilatori e respiratori per i reparti di terapia intensiva. In particolare Fondazione Cr Firenze ha stanziato 3,2 milioni per l’emergenza coronavirus: 1,2 milioni per l’acquisto di respiratori; 500mila euro per l’acquisto di mascherine; 1,5 milioni per aiutare le realtà del Terzo settore. Il primo carico di materiali (200mila mascherine di tipo Ffp2 e 42 ventilatori) è arrivato nei giorni scorsi; la maggior parte (10 milioni di mascherine Ffp1, 2,2 milioni di mascherine Ffp2, 300mila mascherine Ffp3, 400mila kit anticorpi, 307 set pompa siringa, 232 caschi respiratori, 1.000 occhiali a casco, 30mila tute antibatteriologiche) arriverà sabato 4 aprile a Pisa con due voli charter cargo. Entro il 10 aprile arriveranno dalla Cina gli ultimi 15 respiratori.
«Siamo orgogliosi della velocità con cui siamo riusciti a reperire tutto questo materiale - dice il presidente di Fondazione Cr Firenze, Luigi Salvadori - che si aggiunge ai tanti interventi che stiamo attuando per far fronte a questa drammatica emergenza. Ringrazio molto il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, per l’aiuto nel reperire i macchinari e nel farli arrivare in tempi così rapidi».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti