Por 2014-2020

Fondi europei, in Calabria monitoraggio rafforzato sugli interventi più complessi

di Donata Marrazzo

default onloading pic
L’aeroporto internazionale di Lamezia Terme (Fotogramma)


2' di lettura

Due giorni di verifiche e confronti sull'attuazione del Por Calabria. Un summit della Commissione europea alla Cittadella regionale di Germaneto, con l'Agenzia per la coesione territoriale e il dipartimento per le Politiche di coesione, per valutare lo stato di avanzamento degli interventi della programmazione in corso, con accenni allo scenario 2021 -2027.

Interruzione temporanea di 131mln di euro per il 2007-2013
La Commissione ha da subito ribadito che «non dispone di prove di irregolarità nell'utilizzo dei fondi europei nel 2014/2020» ma, alla luce dell'inchiesta “Lande desolate”, che interessa tre progetti cofinanziati nell'ambito del Por 2007-2013 (la seggiovia di Lorica, Piazza Bilotti a Cosenza e l'aviosuperficie di Scalea), ha disposto l'interruzione temporanea di 131 milioni di euro, come indicato dal regolamento 1303/2013. Si tratta di una misura cautelativa dovuta, per permettere maggiori verifiche, entro i prossimi 6 mesi, su una parte della spesa certificata sul Por 2014-2020. La Regione ha proposto un piano di ulteriori riscontri sulle operazioni già rendicontate.

Loading...

Spesa certificata per 420 milioni di euro per il 2014-2020
Sulla programmazione in corso, 2014-2020, con 420 milioni di euro di spesa certificata a fine 2018 - che hanno consentito alla Regione Calabria di superare il target di 363 milioni (+16%) e di raggiungere con 7 mesi di anticipo quello previsto per luglio 2019, pari a 413 milioni di euro – il dipartimento Programmazione stima una spesa complessiva al prossimo 31 dicembre di 713 milioni di euro (+16% del target fissato). Tanto da ritenere che non vi siano rischi di incorrere nel disimpegno automatico delle risorse. Non solo, dai dati attualmente rilevati, la riserva di efficacia dell'attuazione del Por (il 6% delle risorse destinate ad ogni asse, in caso del raggiungimento di obiettivi di performance) è pari a 143 milioni di euro.

L'imponente mole di dati, asse per asse, è stata sintetizzata in un report presentato poi dal vicepresidente della Regione Francesco Russo all'ultimo consiglio regionale: il Por, con le sue implicazioni nella vita dei cittadini, l'unico punto all'ordine del giorno.

Infrastrutture e scuole nel Por del futuro
Per la prossima programmazione si punta sulle infrastrutture: completamento del sistema delle ferrovie regionali, con la chiusura del raccordo tra i vari assi di collegamento, completamento dell'adeguamento antisismico con la totale copertura degli edifici scolastici regionali, e, infine, interventi sul rilancio del sistema portuale sfruttando la posizione geografica della Calabria nel Mediterraneo.

Monitoraggi rafforzati
Da subito, invece, per recuperare criticità e ritardi accumulati, sarà predisposto un monitoraggio rafforzato di alcuni interventi, al fine di sbloccare le procedure più complesse e rilanciare i lavori per i progetti come quelli sulla mobilità sostenibile e sulle reti di trasporto. A cominciare dal collegamento multimodale aeroporto Lamezia-Catanzaro Lido, da quello stradale Gallico-Gambarie, dall'acquisto di materiale rotabile, dalle metropolitane di Catanzaro e Cosenza, dall'elettrificazione della tratta ferroviaria Rogliano-Cosenza.

Por Calabria, performances con effetto sorpresa

Elogio della trasparenza e della comunicazione
La Commissione ha apprezzato l’impegno della Regione sul fronte della trasparenza, dell'informazione e della comunicazione del Por. Ed espresso soddisfazione per il lavoro svolto per il rilancio delle attività e l’accelerazione del programma. Attesa per la fine dell’anno la pubblicazione sul portale dedicato a focus tematici e informazioni di dettaglio sullo stato di avanzamento dei progetti a beneficio dei cittadini.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti