AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùOBIETTIVI COMMERCIALI

Fondi pensione, il pressing delle reti e la precedenza ai negoziali

È la stagione in cui vengono proposti fondi pensione aperti o Pip anche agli iscritti ai fondi negoziali. Una norma lo impedisce ma è facilmente aggirabile. Ecco perché e quali rimedi

di Marco lo Conte

default onloading pic
(psphotography - Fotolia)

3' di lettura

Autunno, tempo di fondi pensione. No, non è la caducità della stagione a ricordarci la necessità di provvedere per tempo per il nostro futuro. La motivazione è molto più prosaica e, diremmo, venale. Le reti di vendita hanno un driver importante nel sollecitare alla potenziale clientela la sottoscrizione di un fondo pensione: l'incentivo fiscale da sfruttare prima della fine dell'anno, per poterlo dedurre dalla dichiarazione dei redditi dell'anno precedente.

Le reti commerciali
Nulla di male, accade così da anni e, anzi, questa tendenza si è ridotta negli ultimi anni. Tuttavia assicuratori e consulenti finanziari (sia quelli autonomi che quelli che si chiamavano promotori finanziari e ora “abilitati all'offerta fuori sede”) puntano a chiudere l'anno con gli ultimi colpi in grado di raggiungere o ritoccare gli obiettivi che le loro direzioni commerciali avevano definito mesi prima.

Il risparmiatore diventa così bersaglio di campagne commerciali che hanno a che fare solo in parte con le sue esigenze previdenziali. Perché, è il caso di ricordarlo, aderire a un fondo pensione aperto o a un piano individuale pensionistico comporta l'esborso di costi di molto superiori a quelli di categoria. E qui arriviamo al nocciolo della questione. Perché forse non tutti sanno che chi è lavoratore dipendente dispone di un fondo pensione di categoria che ha costi notevolmente inferiori a quelli degli aperti e dei Pip.

Il calcolo di convenienza
La differenza è notevole: secondo la Commissione di vigilanza sui fondi pensione (Covip), per una permanenza media di dieci anni in un comparto bilanciato, i negoziali hanno un incide sintetico di costo pari a 0,35%, un aperto l'1,43% mentre un Pip il 2,27%. Differenze macroscopiche: una polizza previdenziale costa sei volte e mezzo un fondo di categoria. Perché? Perché la differenza va a remunerare i collocatori per la loro attività: che è di consulenza e di vendita. Il costo ha una ripercussione: per ogni punto percentuale secondo Covip la rendita si riduce del 20'%

La norma correttiva
Per questo c’è una norma o, per meglio dire, una delibera della Covip datata 25/5/2016 (art.11 comma 1.g.) che invita a richiamare « l'attenzione del potenziale aderente circa il suo diritto di beneficiare dei contributi del datore di lavoro nel caso in cui aderisca alla predetta forma collettiva». Nello svolgimento della sua attività professionale, il venditore dovrebbe avvertire di non dover svolgere il proprio lavoro, prima di svolgerlo proponendo lo strumento previdenziale di cui ha mandato per il collocamento e per il quale è remunerato, anche se per ammontari non straordinari.

    La dialettica di mercato
    Una norma la cui sostanza è agevole disattendere, visto il pressing delle reti in questa fase dell’anno anche tra iscritti a fondi pensione: le cui segreterie periodicamente lamentano l’aggressività commerciali di reti che, dopo segnalazione all’autorità di vigilanza, vengono invitate a desistere da queste pratiche. Capita che, in questo passaggio, alcuni lavoratori dipendenti vengano convinti a trasferire il proprio Tfr e il suo montante contributivo a un Pip, ad esempio, su sollecitazioni di consulenti amici, parenti, vicini di casa: persone di fiducia. Quella fiducia che è materia rara sul mercato.

    Per saperne di più:

    Pensioni, ecco gli errori degli italiani da correggere
    Casse e fondi pensione investono meno nell’economia italiana
    Iscriviti alla Newsletter Pensioni24

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...