CORTE D’APPELLO

Fonsai: annullate le condanne di Torino, il processo passa a Milano


default onloading pic
Salvatore Ligresti con la figlia Jonella in una immagine del 26 settembre 2010 (ANSA)

1' di lettura

La Corte d'appello di Torino ha disposto il trasferimento a Milano del processo Fonsai annullando le condanne pronunciate in primo grado nel 2016 dal tribunale del capoluogo piemontese. I giudici avevano inflitto cinque anni e otto mesi Jonella Ligresti, figlia di Salvatore Ligresti (deceduto), cinque anni e tre mesi all'ex ad Fausto Marchionni, due anni e sei mesi all'ex revisore Riccardo
Ottaviani.

Accogliendo la richiesta delle difese, la Corte d'appello ha dichiarato «l'incompetenza per territorio del tribunale di Torino» e «per l'effetto» ha annullato la sentenza per quel che riguarda «gli imputati Ligresti Salvatore, Ligresti Jonella, Marchionni Fausto e Ottaviani Riccardo nonché delle società responsabili civili Reconta Ernst & Young spa e Unipol-Sai». I giudici hanno ordinato «la trasmissione degli atti al tribunale di Milano competente per territorio». Jonella Ligresti è assistita dagli avvocati Lucio Lucia e Salvatore Scuto.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti