Food24

Fums, profums, salums tra i norcini del Friuli

  • Abbonati
  • Accedi
Locandina

Fums, profums, salums tra i norcini del Friuli

Cinque tappe di degustazione nelle caratteristiche corti del borgo di Sutrio (Udine), una decina di produttori con le loro specialità, un’area adibita alla dimostrazione dei lavori di norcineria, osterie, enoteche e ristoranti aperti con i loro piatti a base di maiale, il tutto accompagnato dai vini del Friuli Venezia Giulia e dalla musica.
Fums, profums, salums è un suggestivo viaggio gastronomico con protagonista il salame, re della tavola carnica, che domenica 6 marzo trasforma il paese friulano in un laboratorio di sapori e profumi, per conoscere e confrontare le ricette del salame e i sapori della Carnia.
Per tutto il giorno, attraverso un percorso di degustazione fra le viuzze strette e lastricate e le tipiche case in pietra del borgo, gli ospiti possono scoprire gli insaccati che fra le montagne del Friuli si preparano ancora oggi secondo antiche ricette, tramandate da padre in figlio.

Salami e purcitar

La varietà dei salumi carnici deriva dall’isolamento delle valli rispetto alle vie di comunicazione e quasi ogni paese ha il proprio segreto nel prepararli, con una caratteristica comune che è l’affumicatura, nata per favorire la stagionatura e la conservazione dei prodotti.
I purcitar (norcini) venivano chiamati dalle famiglie per preparare i salumi e ciascuno di loro aveva una ricetta segreta per insaporire le carni. Eppure gli stessi norcini non si davano pace nel verificare che i salami non avevano mai lo stesso gusto, non immaginando, forse, che ogni cantina ha un importante ruolo nel processo di maturazione.
Fums, profums, salums è dunque l’occasione per conoscere la lavorazione artigianale del salame e per assaggiare i prodotti più tipici: il musét (cotechino), i salami di cervo e di daino, la pancetta, la marcundela (sorta di polpetta avvolta in una rete di intestino del maiale), la schultar (spalla cotta affumicata tipica di Timau), il prosciutto crudo di Sauris.

www.carnia.it

© Riproduzione riservata