Food24

Ad Asti per il Bagna Cauda Day

  • Abbonati
  • Accedi
appuntamenti in piemonte

Ad Asti per il Bagna Cauda Day

Il gioco di parole è divertente Bagna Cauda Day o, alla piemontese, Bagna Cauda d'aj, la salsa all'aglio più irriverente da punto di vista degli aliti politicamente corretti. Una grande festa, giunta alla sesta edizione, che si svolgerà ad Asti dal 23 al 25 novembre.

Un evento ironico, goloso e articolato, organizzato dall'Associazione culturale Astigiani, che coinvolge molte migliaia di appassionati e si svolge nell'ultimo fine settimana di novembre per celebrare il rito collettivo della Bagna Cauda.

Il tipico piatto della tradizione piemontese, espressione della cultura conviviale, è un rito di grande semplicità: una salsa calda di aglio, olio e acciughe, dove intingere le verdure di stagione.

«Il “profumo” d'aglio, la complessità della preparazione, la ricerca di materie prime eccellenti - dicono gli organizzatori - hanno rischiato di relegarla al di fuori della ristorazione. Con il Bagna Cauda Day vogliamo riportare la Bagna Cauda al centro della proposta gastronomica che parte dal Piemonte e coinvolge numerose realtà in tutto il mondo. In nome del gusto di stare insieme e del valore di riscoprire sapori intensi, veri, autentici. La Bagna Cauda è un piatto senza divieti e ingredienti nascosti. Aperto ad ogni cultura e tradizione. Come diciamo noi: è riservato a chi non ha la puzza al naso!».

Così vengono organizzati tre giorni di incontri e festa. La sesta edizione riserva novità, volando anche all'estero. Hanno aderito al Bagna Cauda Day anche locali da Berlino a New York, dal Costa Rica all'Argentina e perfino a Tonga nel Pacifico.

Una proposta a prezzo fisso (25 euro), uguale in tutti i locali, dagli stellati alle trattorie di paese. 150 i locali (cantine storiche, ristoranti, vinerie, associazioni) dell'Astigiano, Monferrato, Langa e Roero e nel resto del mondo proporranno la loro Bagna Cauda in tre versioni segnalate da un semaforo: rosso come “Dio comanda” (tradizionale), giallo per indicare la versione “eretica” e verde per la “atea” con poco e senz'aglio.

Per gli stomaci forti prevista quest'anno un'ulteriore concessione alla tradizione: un uovo cotto direttamente nel fujot (il contenitore della bagna cauda) “spolverato” da una grattatina di tartufo bianco d'Alba.

Per i più pigri è anche previsto, come già nella scorsa edizione, il servizio Bagna Ca', la bagna cauda a domicilio, compresa di verdure e fujot.

Durante il Bagna cauda day, domenica 25 alle ore 18 ad Asti sarà assegnato anche il premio Testa d'aj a chi nella vita ha dimostrato di saper andare controcorrente. Un premio già andato al filosofo Guido Ceronetti e all'autore televisivo Antonio Ricci.

Programma e ristoranti aderenti e posti disponibili su www.bagnacaudaday.it

© Riproduzione riservata