Food24

Taverna Estia festeggia 20 anni di attività

  • Abbonati
  • Accedi
2 stelle Michelin

Taverna Estia festeggia 20 anni di attività

Un anniversario e due importanti debutti. Annata ricca di appuntamenti significativi per Taverna Estia, due stelle Michelin a Brusciano, campagna poco “felix” alle porte di Napoli. Per fortuna chi si attovaglia alla Taverna viene presto rapito dalla calda accoglienza di un locale moderno senza essere pretenzioso: tavole distanziate ed eleganti, poltroncine di grande comfort, illuminazione non invadente eppur precisa, un servizio attento ed accurato ma - per fortuna - mai sopra le righe.

La famiglia Sposito - ai fornelli Francesco, il maggiore dei due fratelli, mentre Mario si occupa dell'accoglienza e della fornita cantina a vista - festeggiano insieme con i genitori i vent'anni di attività del ristorante. E intanto metabolizzano l'ingresso nella catena Relais&Chateaux e si apprestano a quello nelle Soste che verrà formalizzato a giorni. Un bell'en-plein per un locale che riesce ad attirare in un'area non certo focalizzata sul turismo ospiti in arrivo da tutto il mondo che qui trovano una cucina piena di sapori, decifrabile (è un complimento) e molto fresca.

I progetti futuri
Prodotti il più possibile locali, tanto pesce, le primizie dell'erbolario aperto sul giardino. A breve, non appena andrà in porto il progetto della nuova masseria dove verrà trasferito il ristorante, anche le verdure di un grande orto di proprietà. L'offerta gastronomica è varia e si dipana tra classici più o meno rivisitati e un'offerta “benessere” figlia dei suggerimenti di papà Armando, nutrizionista.
Definiti nei gusti e asciutti nel design, i piatti preparati da Francesco parlano del territorio senza troppa retorica. E parlano da soli. Si ha l'impressione che il cuoco faccia quasi fatica a uscire dalla bella cucina a vista per venire a raccontarsi. Schivo e riservato spesso si fa rubare la scena da Armando che ha avuto il merito di credere nel sogno di una cucina stellata in tempi non sospetti. Ma pare di capire che ai fornelli sia tutta un'altra storia: lì Sposito ha poche indecisioni e guida con piglio - anche severo - una brigata di aficionados. Alcuni di loro sono con lui da anni, ad altri ha portato fortuna, facendoli volare sulle proprie ali.

Nel futuro di Taverna Estia anche un piccolo relais, poche camere per non costringere i clienti a rientri forzati, seppure via Caracciolo sia a meno di mezz’ora d'auto. Nel cassetto altri sogni, mentre sono concrete le sempre più numerose incursioni al di fuori della Taverna. Sposito cura il ristorante gourmet dell'hotel Hermitage di Cervinia e quest'estate parteciperà al programma “Celebrity Chef Night” del Forte Village di Santa Margherita di Pula. Dal 2009 fa anche parte dei JRE - Jeunes Restaurateurs d'Europe. E chissà che il prossimo salto non sia proprio Oltralpe…

© Riproduzione riservata