AUTO ALLA SPINA

Ford pronta a svelare entro fine anno il crossover elettrico ispirato alla Mustang

di Corrado Canali


default onloading pic

2' di lettura

Si tratta di un modello cruciale per il brand Usa visto che Ford lo considera la risposta a Tesla e alla futura Model Y che non a caso sarà in vendita negli Usa alla fine del 2020. La nuova vettura che si ispira sia pure idealmente alla Mustang sarà la prima Ford progettata da zero come un'auto ad emissioni zero, con una nuova piattaforma dedicata che consentirà di poterdisporre della trazione su due che su quattro ruote.
Darà il via, poi, al programma di elettrificazione del brand che prevede la disponibilità per ogni nuovo modello che verrà lanciato nei prossimi anni di una versione ibrida, plug-in ibrida o completamente elettrica. L'unico dettaglio tecnico del nuovo crossover elettrico che Ford ha già confermato ufficialmente è l'autonomia dell'auto: sarà capace di circa 600 km di autonomia con una singola carica.

Del nuovo crossover elettrico Ford sarà prevista anche una versione con meno autonomia, ma ad un prezzo più abbordabile. Le prestazioni della vettura rimangono per ora segrete, anche se il presidente Bill Ford in passato aveva affermato che “andrà alla grande”. Sebbene non sia stato ancora confermato ufficialmente è probabile che Ford rivelerà il nome dell'auto insieme alla vettura entro la fine di quest'anno.

Come molti altri modelli Ford, il nuovo crossover sarà un veicolo progettato a livello globale e dunque con solo pochi ritocchi in base ai Paesi dove sarà disponibile. Il crossover, poi, non sarà l'unico modello EV nei futuri programmi di Ford, perché il costruttore americano sta lavorando anche su un modello sempre a “guida alta” ma più economico sulla piattaforma dell'attuale Focus.

La spinta verso l'elettrificazione arriva dopo la notizia che Ford cancellerà dalla propria offerta americana gli ex modelli best-seller come la Taurus, la Fusion e le Focus, oltre alla Fiesta. Del resto le Ford di taglia medio-piccola non hanno mai trovato consensi negli Stati Uniti, ma la decisione di porre fine alla presenza di Ford dopo 110 anni nel settore delle berline medio-piccole negli Stati Uniti è un chiaro segnale che la massima redditività è l'obiettivo che ora Ford si è data anche per il mercato nazionale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...