dati iri-assolatte

Formaggi e uova, continua la crescita delle vendite nei supermercati

Il trend migliore è stato registrato dai formaggi confezionati a peso imposto (+15,2%), vantaggiosi in termini di velocità della spesa e di sicurezza

di E.Sg.

(AdobeStock)

2' di lettura

I formaggi si confermano tra i prodotti a maggior crescita delle vendite Gdo del 2020. Lo riferisce Assolatte, partendo dai dati più recenti elaborati da Iri: in Italia, dall'inizio dell'anno gli acquisti di prodotti caseari nella Gdo sono cresciuti del 10,5%.

La performance messa a segno tra gennaio e agosto assegna ai formaggi la medaglia d'argento nella classifica dei prodotti alimentari a maggiore crescita delle vendite, aggiunge Assolatte. Solo le uova, con un +21,0% a valore, hanno fatto meglio di mozzarelle e pecorini, caciocavalli e stracchini, formaggi da grattugia e robiole, grana padano burrate e tomini.

Loading...

«A vedere crescere le vendite sono stati entrambi i segmenti del mercato – si legge in una nota di Assolatte – ossia i formaggi a peso fisso e quelli a peso variabile. Il trend migliore è stato registrato dai formaggi confezionati a peso imposto (+15,2%), di cui i consumatori hanno riconosciuto il vantaggio in termini di velocità della spesa e di sicurezza igienico-sanitaria». Ma in questo 2020 sono comunque cresciuti anche i formaggi venduti a peso variabile (+5,5%). Un segnale inequivocabile del ruolo che i consumatori riconoscono ai formaggi in quanto alimenti imprescindibili dell'alimentazione italiana.

«Il successo che stanno riscontrando i formaggi sul mercato italiano si deve a tanti significativi fattori – commenta Giuseppe Ambrosi, presidente di Assolatte – il primo dei quali è la passione che lega gli italiani ai prodotti caseari, vera e propria eccellenza del made in Italy riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo. A renderli unici è la riuscita combinazione di tradizione e innovazione, con cui le imprese casearie italiane hanno saputo conservare, valorizzare e rendere contemporaneo un patrimonio di conoscenze, di sapori e di profumi che si è sviluppato nei secoli e che, per la sua ricchezza, è davvero unico al mondo».

I formaggi, prosegue Assolatte, sono protagonisti anche del paniere dell'indulgence, ossia del carrello della spesa più edonistico, che ha visto salire il suo gradimento soprattutto nei mesi estivi. Dopo mesi di reclusione forzata, l'arrivo della fase 2 e della bella stagione ha spinto gli italiani a festeggiare, anche se preferibilmente in casa.

Come attesta l'aumento delle vendite di spumanti, aperitivi e snack salati indispensabili per gli aperitivi in giardino o in balcone, sempre accompagnati dall'immancabile tagliere di formaggi, anche venduti in porzioni monodose ready-to-eat, come cubetti o bocconcini.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti