porro arredamento design

Formazione interna e lezioni in azienda

di Gi.M.


default onloading pic

2' di lettura

Alla fine, dopo varie ricerche, il tecnico di produzione per Industria 4.0 hanno deciso di formarlo internamente, investendo su un giovane geometra che oggi, poco più che ventenne, è la figura chiave del reparto lean di Porro, impresa comasca specializzata in arredamento di design.

«È in assoluto la figura più difficile da trovare – spiega Maria Porro, direttore marketing dell’azienda che un anno fa ha inaugurato il nuovo impianto lean – perché avevamo bisogno di competenze specifiche che in genere i giovani formati nelle scuole tecniche e professionali oggi non hanno». Spesso perché i macchinari oggi utilizzati nelle imprese sono più evoluti di quelli su cui gli studenti vengono formati. Ma anche per uno scollamento tra mondo della formazione e mondo del lavoro.

Per questo l’azienda ha scelto di investire da un lato sulla formazione interna, riqualificando i propri dipendenti (105) e dall’altro sulla collaborazione con le scuole del territorio, guardando al futuro. In particolare, ha avviato assieme all’Enaip di Cantù un percorso di visite in azienda da parte degli studenti per approfondire dal vivo alcuni insegnamenti appresi in classe. Un percorso utile anche a far capire ai giovani che cosa si fa, nel concreto, all’interno di un’impresa di design. «Quello che manca di più, tra i giovani, è la comprensione di che cosa sia davvero il nostro lavoro – osserva Maria Porro –. È importante far appassionare i ragazzi al nostro mondo, facendo loro conoscere quel mix affascinante di competenze, tra uso delle tecnologie 4.0 e saper fare manuale, che è alla base dei nostri prodotti».

Allo stesso modo, per un marchio come Porro che realizza in gran parte prodotti o soluzioni su misura, è difficile trovare disegnatori tecnici che abbiano anche la capacità progettuale di andare oltre i semplici pezzi di listino, facendo proprie anche alcune competenze di interior design. «Il tradizionale geometra non è più sufficiente – conclude Porro –. Chi progetta prodotti tailor made deve imparare a mettere in gioco anche la propria creatività».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...