ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùinaugurata la scuola di pontecagnano

Fornelli 4.0, palestra e asilo: la cattedrale per chef è al Sud

di Vera Viola


Salute e cibo, l'alleanza medici-chef

3' di lettura

Una grande scuola del cibo tutta “Made in Sud”. È stato inaugurato a Pontecagnano, a 20 chilometri da Salerno l’hub di Fmts, società salernitana, che formerà chef, pizzaioli, pasticcieri e gelatai: la struttura si sviluppa su 4mila metri quadrati, ed è stata realizzata con 8 milioni di investimenti (3,3 erogati da Intesa Sanpaolo e 5 milioni di investimenti diretti). Ora è pronta a competere con le prime scuole in Italia e all’estero. Con una missione: puntare soprattutto su prodotti tipici e ricette della tradizione meridionale.

«Il nostro obiettivo è fare formazione e trovare lavoro. Negli anni ci siamo resi conto che un settore più di altri suscitava l’interesse dei giovani e delle imprese, quello del cibo», ha raccontato Giuseppe Melara, presidente e ad del gruppo salernitano Fmts (che sta per l’originario Formamentis) subito dopo il taglio del nastro. «Qui si parla di lavoro di cittadinanza – ha precisato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia giocando con le parole e alludendo al reddito – poichè qui si punta sui fattori di vera competitività di un sistema: capitale, lavoro, formazione e conoscenza. Fmts esprime bene e valorizza le potenzialità del territorio». All’inaugurazione hanno partecipato tra gli altri il presidente di Confindustria Salerno Andrea Prete e di Fondimpresa, Bruno Scuotto.

La scuola di Alta Formazione Gastronomica del Mezzogiorno d’Italia “In Cibum”, che all’avvio ha assunto 20 persone, si sviluppa su due piani, con laboratori di cucina, pasticceria e gelateria,un ristorante didattico, il laboratorio di pizzeria e un bar. Ma questa è solo una parte del nuovo hub che diventa – dopo la chiusura a Battipaglia – sede dell’head quarter del gruppo e delle sue controllate: Fmts Formazione, Fmts Agenzia per il lavoro, Fmts Experience, Fortis. Fornelli innovativi, palestra, asilo nido e impianti per l’energia alternativa sono le dotazioni che ne fanno un modello di sostenibilità a tutto tondo.

Nella prima aula suonerà la campanella dopodomani. Al corso di cucina (“Chef informazione”) sono iscritti 18 giovani (elezionati tra 50 candidati. Gli allievi prescelti sono per lo più diplomati e con un minimo di conoscenze di base. A costoro Fmst assicura per contratto – a fronte di rette che vanno dai 300 euro per corsi brevi a 12mila per quelli di sei mesi – una proposta di impiego entro un anno dalla fine delle lezioni. Impegnandosi anche, nel caso ciò non dovesse avvenire, a restituire la metà della spesa sostenuta. Non è tutto, è prevista anche la possibilità di accedere a un finanziamento di Intesa Sanpaolo con garanzia della società salernitana, che il giovane dovrà restituire quando avrà cominciato a lavorare. Fondimpresa, poi, finanzierà le società che vorranno qualificare i propri dipendenti: potranno essere coinvolti 500 utenti per 750mila euro l’anno.

P artiranno a seguire altri corsi: “Chef Internazionale”, “In pasticceria”, “In Pizzeria”, “In Gelateria” . C’è anche altro: Master Class per esperti. E per chi aspira a diventare imprenditore la scuola farà anche da incubatore. Per erudire gli allievi è stato ingaggiato un pool di docenti blasonati a partire da Enzo Vizzari, direttore scientifico, e Cristian Torsiello, coordinatore didattico. Ma anche gli chef Gennaro Esposito, Nino Di Costanzo, Marco Cefalo, per citare solo i più noti. Ad oggi si contano 50 iscrizioni, ma a regime la scuola potrà formare e “diplomare” circa 200 persone l’anno. «L’obiettivo è il lavoro – rimarca Melara – sopratutto al Sud». L’imprenditore parla di un’azienda nata da un’antica segheria di famiglia e convertita dieci anni fa. Oggi Fmts ha un fatturato di 15 milioni e un organico di 255 persone. «Il 65% è costituito da donne del Sud – precisa – quelle che trovano meno lavoro. Qui si sono dedicate a procurarne anche ad altri». Fmts oggi è presente anche in Lazio, Puglia, Calabria, Basilicata, Lombardia ed Emilia Romagna. E all’estero in Regno Unito, Belgio, Spagna, Irlanda e a Malta.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...