ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùtlc

Fra Tim e Infratel accordo per la fibra in 600 comuni

di Andrea Biondi


default onloading pic
(Bloomberg)

2' di lettura

Accordo fra Tim e Infratel sulla fibra. La compagnia telefonica guidata da Luigi Gubitosi e la società in house del Ministero dello Sviluppo economico hanno siglato un accordo che consentirà di “accendere” tutte le infrastrutture di accesso della rete pubblica in fibra ottica realizzata da Infratel in 8 Regioni (Abruzzo, Sardegna, Toscana, Puglia, Calabria, Lazio, Lombardia e Marche) in circa 600 comuni.

Insomma un’intesa che punta ad accelerare lo sviluppo delle reti ultrabroadband nelle aree “a fallimento di mercato” non oggetto in passato di bandi. L’accordo – che si basa su diritti d'uso quindicennali e si inserisce nell'ambito del “Contratto Quadro per la concessione dei diritti d'uso su fibra ottica e per la fornitura dei servizi accessori” siglato tra Tim e Infratel nel novembre del 2018 – comporterà una roadmap di attivazioni da parte di Tim conseguenti alla consegna della fibra ottica da pare di Infratel.

Con questo accordo Tim utilizzerà ed integrerà le infrastrutture di rete in fibra ottica realizzate dalla società in-house del MiSE al fine di fornire i servizi ultrabroadband in tecnologia Fttc e Ftth a beneficio di oltre 1 milione di cittadini e imprese dei comuni interessati.

«Il Mise esprime soddisfazione per la firma di un accordo che permette l'attivazione dei servizi di banda ultralarga da parte di un operatore, laddove è stata posta la fibra pubblica finanziata interamente dallo Stato. Cittadini e imprese potranno godere dei benefici dell'alta velocità. L'intervento, che riguarda più di 1 milione di residenti nei 600 Comuni, risolve un'annosa situazione», ha dichiarato Marco Bellezza, Consigliere giuridico per le comunicazioni e l'innovazione digitale del Ministro Luigi Di Maio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...