ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCasamicciola Terme

Frana a Ischia: due morti, si cercano ancora diversi dispersi

La prima vittima accertata della frana è Eleonora Sirabella, di 31 anni. Tra i dispersi ci sono 2 famiglie e 2 bambini, 167 gli sfollati, che chiedono: “Fateci rientrare a casa”

Aggiornato il 27 novembre alle ore 12.23

Nubifragio Ischia, mezzi al lavoro per ripulire le strade

4' di lettura

Tragedia all’isola di Ischia. All’alba di sabato 26 novembre, dopo ore di pioggia incessante, una frana improvvisa staccatasi dal monte Epomeo porta la distruzione e la morte a Casamicciola Terme, uno dei sei Comuni in cui si divide l’isola nota per le sue sorgenti termali. Gli alberi vengono giù e la terra si mischia all’acqua generando una colata di fango che travolge tutto quello che trova sulla sua strada. Finiscono a mare, che si colora di marrone, auto e minibus in sosta. A valle rotolano enormi massi. Piazza Anna De Felice, ribattezzata così in omaggio alla 15enne che perse la vita nella frana del 2009, si riempie di detriti. Al momento il bilancio della tragedia è di di due morti e diversi dispersi. Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per l’isola e disposto un primo stanziamento di 2 milioni di euro. Lo stato di emergenza disposto per l'isola durerà un anno. Nominata Simonetta Calcaterra commissario straordinario.

La vittima aveva chiesto aiuto

La prima vittima accertata della frana è Eleonora Sirabella, di 31 anni. Il marito, Salvatore Impagliazzo, è ancora disperso. Abitavano nella zona di Rarone, nella parte alta di Casamicciola, dove la frana si è abbattuta con maggiore forza: la loro casa è stata travolta dal fango, e il corpo di Eleonora è stato trovato ieri pomeriggio in piazza Maio. Secondo quanto si è appreso, la donna si era accorta della tragedia imminente ed aveva chiesto aiuto. Poco prima che il fiume di fango la travolgesse, la donna infatti ha chiamato con il cellulare il padre che vive a poca distanza, nel Comune di Lacco Ameno, per chiedergli soccorso. Una volta arrivato l'uomo è stato bloccato dal fiume di fango.

Loading...

In totale sono 11 i dispersi - anche due nuclei familiari e due bambini, ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, in una conferenza stampa - per i quali proseguono senza sosta le operazioni di ricerca. Tra questi ci sarebbero una coppia con tre figli, sempre di Rarone, e un'immigrata bulgara da pochi giorni divenuta cittadina italiana. I feriti sono 4 (di cui 1 grave), 167 gli sfollati, che chiedono di rientrare nelle loro abitazioni, almeno per recuperare qualche abito. Gli abitanti, costretti a lasciare le proprie case dopo la frana, sono stati sistemati un albergo della zona ma in molti, almeno per oggi, hanno trovato accoglienza in casa di amici e parenti.

“Le persone devono capire che in alcune aree non si può abitare, non esiste l'abusivismo di necessità. Le costruzioni nelle zone fragili dal punto di vista idrogeologico vano demolite”, ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Rai News a proposito della situazione edilizia a Ischia e della fragilità idrogeologica del territorio. “La priorità adesso è cercare le persone che sono sotto il fango. E' prevedibile che ci sia qualche altra vittima”, ha aggiunto De Luca.

Il Capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale, Fabrizio Curcio, è arrivato ad Ischia per fare il punto della situazione sull'emergenza provocata dalla frana di Casamicciola. .Dal Dipartimento Vigili del Fuoco del Viminale mattinata arriveranno a Ischia ulteriori uomini e mezzi, mentre a breve i sommozzatori dei Vigili del Fuoco inizieranno le verifiche nello specchio d'acqua del porto di Casamicciola per escludere la presenza di persone nelle auto trascinate in acqua.

Ischia, prefetto Palomba: "Accertati per ora un decesso e dieci dispersi"

Soccorsi frenati dalla pioggia, una decina gli immobili crollati

Dopo la frana la macchina dei soccorsi si mette subito in moto, m a a rallentare gli interventi ci si mettono il mare in tempesta e le forti raffiche di vento che impediscono agli elicotteri di levarsi in volo. Il pensiero corre subito ai precedenti sull’isola: alla frana del 2006 sul monte Vezzi, ma soprattutto a quella del 10 novembre 2009, sempre a Casamicciola, quando un costone staccatosi dal monte Epomeo - allora come oggi - costò la vita alla piccola Anna. Da ultimo, cinque anni fa, il terremoto che causò due vittime tra Casamicciola e Lacco Ameno. Scene già viste ma che non smettono di fare male.

Danni causati dalla frana a Casamicciola Terme, sull’Isola di Ischia (foto Ansa/Fusco)

Cominciano a circolare voci sui dispersi: tra loro una intera famiglia composta da marito, moglie, un neonato di pochi mesi e una 25enne. Per fortuna saranno ritrovati in buone condizioni di lì a poco. E in serata si accende la speranza che sia stata trovata sana e salva anche un’altra famiglia di tre persone. Fanno il giro del web le immagini dei Vigili del fuoco che portano in salvo un uomo sommerso fino al petto dal fango e che si è salvato aggrappandosi a un palo di ferro. Una decina gli immobili crollati. Qualcuno sostiene che la frana sia partita da un grosso masso di tufo in bilico lì da sempre.

Il Viminale costretto a correggere le anticipazioni di Salvini

Da Milano, dove si trova per l’inaugurazione della metropolitana M4, il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini parla di otto vittime accertate ma viene poi corretto dal ministro dell’interno Piantedosi che precisa: “la comunicazione ufficiale è della Prefettura”, e a fine giornata si registra un solo morto accertato, una donna. Il premier Meloni segue l’evoluzione dei soccorsi da Palazzo Chigi. Nel pomeriggio si collega in video per un vertice in corso nella Prefettura di Napoli dove, con il sindaco della Città Metropolitana Manfredi, ci sono anche i ministri Tajani e Sangiuliano. Collegato da Roma, dal centro operativo dei Vigili del Fuoco, anche il ministro dell’Interno Piantedosi. Il premier assicura che il Governo “farà la sua parte” e si riserva di convocare d’urgenza il Consiglio dei Ministri. Solidarietà anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e da quello francese Macron.

Danni causati dalla frana a Casamicciola Terme, sull’Isola di Ischia (foto Ansa/Fusco)

Evacuate 200 persone, ricerca dei dispersi nella notte

C’è un solo morto accertato, una donna di 30 anni originaria della Bulgaria sposata con un ischitano. Tuttavia un bilancio definitivo sarà possibile solo quando l’intera area interessata dalla frana sarà raggiungibile. E purtroppo - è il timore che domina tra i soccorritori - qualcuno sotto il fango potrebbe essere rimasto. Viene predisposta l’evacuazione di 200 persone - saranno ospitate negli hotel dell’isola - e il governatore campano De Luca proclama lo stato di emergenza. Il resto è polemica politica, l’opposizione contro Salvini e Fdi contro De Luca. A Ischia, dove continua a piovere, ci si prepara alla notte con l’incubo maltempo: prosegue la ricerca dei dispersi con in campo 100 vigili del fuoco, 50 sanitari e 200 uomini tra cui 6 Carabinieri forestali dotati di droni che si occuperanno anche di repertare materiale per una futura indagine.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti