Mostra del Cinema di Venezia 2021

«Freaks Out», l’ambizioso circo di Mainetti sbarca a Venezia

In concorso alla Mostra del Cinema l'attesissimo secondo lungometraggio del regista di «Lo chiamavano Jeeg Robot». In competizione anche il russo «Capitan Volkonogov Escaped»

di Andrea Chimento

3' di lettura

Il giorno di «Freaks Out»: dopo diversi anni di lavorazione, alla Mostra del Cinema di Venezia è arrivato finalmente il momento del secondo lungometraggio di Gabriele Mainetti, regista che aveva esordito con «Lo chiamavano Jeeg Robot».

Ambientato nella Roma del 1943, il film ha come protagonisti Matilde, Cencio, Fulvio e Mario, che vivono come fratelli nel circo di Israel. Quando quest'ultimo scompare misteriosamente, forse in fuga o forse catturato dai nazisti, i quattro “fenomeni da baraccone” restano soli nella città occupata. Qualcuno però ha messo gli occhi su di loro, con un piano che potrebbe cambiare i loro destini... e il corso della Storia.

Loading...

Si apre con due sequenze potentissime «Freaks Out», che mostra inizialmente lo spettacolo dei numeri circensi e, in seguito, la brutalità dei bombardamenti della guerra: un'alternanza tra poesia e crudeltà che sarà uno degli elementi centrali della pellicola.

Mescolando atmosfere magiche e tragiche, Mainetti firma un lungometraggio di grande ambizione, che non guarda però molto ai classici che raccontano il mondo del “freak show” (dal capostipite di Tod Browning, «Freaks», al magnifico «Elephant Man» di David Lynch), ma più a un'estetica contemporanea, che passa da «Bastardi senza gloria» di Quentin Tarantino e arriva al cinema di supereroi.

Una scena tratta dal film: “Freaks Out”

Un film affascinante, ma confuso

Non manca di certo il fascino al film, ricco di sequenze di forte impatto e capace di dare vita a un buon intrattenimento. Peccato però che nella seconda parte tutto quanto – dalla scrittura dei personaggi alla messinscena – finisca troppo sopra le righe, tanto da rendere la visione eccessivamente confusa.Una lunga battaglia che arriva con l'approssimarsi della conclusione risulta decisamente prolissa e ridondante, tanto da togliere parte dell'interesse che il film aveva creato inizialmente.

Resta senz'altro un prodotto da vedere, che cerca strade nuove e coraggiose per la nostra industria, ma a cui avrebbe giovato una maggior cura in fase di scrittura.

Mainetti ha grandissimo talento e rimane uno dei nomi più interessanti tra i giovani del nostro cinema, ma in futuro da lui ci si può aspettare anche molto di più.

Ricco il cast: oltre agli italiani Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Aurora Giovinazzo, Giancarlo Martini e Giorgio Tirabassi, va segnalato Franz Rogowski, bravo attore tedesco che qui interpreta il direttore del circo nazista.

Una scena tratta dal film: “Captain Volkonogov Escaped”

Captain Volkonogov Escaped

Sempre in concorso è stato presentato anche il film russo «Captain Volkonogov Escaped» di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov.

Al centro della trama il capitano del servizio di sicurezza nazionale Fedor Volkonogov, apprezzato dal suo comandante e rispettato dai colleghi. La sua esistenza però subisce una brusca svolta quando viene accusato di un crimine: l'uomo riesce a scappare prima di essere arrestato e in una frazione di secondo diventa una preda inseguita dagli stessi ex-colleghi.

Film russo decisamente atipico, «Captain Volkonogov Escaped» è una sorta di favola nera su un uomo spietato che scopre di avere un'anima e va in cerca di redenzione. Nonostante possa apparire inizialmente come un dramma politico, in realtà il film si trasforma poi in un thriller mistico, tanto che al protagonista arriva un messaggio dall'aldilà che gli rivela di avere ancora una possibilità di finire in Paradiso. Gli spunti non mancano ma la sceneggiatura ripete costantemente le stesse situazioni, togliendo spessore alla pellicola e faticando a coinvolgere lo spettatore. Col passare dei minuti l'interesse cala sempre di più e rimane ben poco al termine della visione. Buona invece la performance del protagonista Yuriy Borisov.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti