Calzature

Friulane? Guai a chiamarle pantofole

«Cristina di Milano» reinventa l’iconica calzatura veneziana con broccati e modelli innovativi

di Paola Dezza

Cristina di Milano

2' di lettura

Da una necessità personale dopo una operazione a un piede nasce nel 2017 il brand di friuliane Cristina di Milano. Le origini venete di Cristina Montanarini sono alla base della riscoperta del prodotto. «Un ritorno alla mia infanzia a Venezia, città della quale sono originaria, dove da circa un anno sono tornata a vivere - racconta -, e ai miei iniziali e goffi tentativi di impreziosire le prime paia di Friulane acquistate con perline, piume e strass».

La scelta di fare eventi in temporary e showroom ha permesso al marchio di crescere per arrivare poi a continuare la propria diffusione su Instagram durante il lockdown.

Loading...

«Cerco di coniugare un oggetto nato povero - dice - con tessuti importanti e ricchi. Partendo dalle Friulane, dalla loro storia affascinante e antica, ho continuato a proporre versioni che soddisfacessero le necessità che si presentano in una normale giornata. Dai momenti sportivi e disinvolti a quelli più impegnativi. Tutti da vivere con le stesse scarpe ai piedi».

Il prodotto è interamente Made in Italy. I tessuti vengono acquistati in tutta Italia - da nord a sud - da manifatture tessili di arredamento. La ricerca premia tessuti robusti, per reggere le sollecitazioni di un utilizzo quotidiano.

Il modello nato per primo è quello classico, chiamato Soave e Radiosa, la Friuliana chiusa tondeggiante sul davanti. Oggi viene rivisitata e realizzata in tessuti con colori tinti a mano da un artigiano, sfumature innovative e uniche. È nata subito una linea parallela con la suola di cuoio anziché di gomma.

«La mia friulana Grintosa è quella che più di tutte mi rappresenta. La sua linea, scappante e femminile, con la punta affusolata, la sua manifattura impeccabile e la sua calzata comoda la rendono la scarpa perfetta per ogni occasione, dalla più informale alla più elegante» racconta Cristina. Un modello che oggi catalizza il 90% delle richieste.

La gemella è il modello Cortese, sempre strutturato, anche questa una vera e propria scarpa.

Una foggia per ogni gusto e per le diverse esigenze, da giorno e da sera, fanno di questo prodotto un must da avere nella scarpiera.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti