b.o.ttega

Frutta e verdura tracciabili? Ora si possono controllare i campi con la webcam

L’innovazione di B.O.ttega, azienda agricola che si estende per sei ettari di bosco e campi ai margini della Valle del Treja

di Maria Chiara Voci


default onloading pic
L’azienda agricola di B.O.ttega

2' di lettura

QR code e telecamere attive 24 ore su 24. Questa la nuova frontiera della tracciabilità di frutta e verdura. A ripensare il controllo sulla qualità degli alimenti è Massimo Pasquali. Tra gli autori del Grande Fratello e direttore creativo di FCA e poi di Ferrari, è ora alla guida di B.O.ttega, azienda agricola che si estende per sei ettari di bosco e campi ai margini della Valle del Treja, a pochi chilometri del lago di Bracciano, nel Lazio.

Nel 2017, a fronte di consumatori sempre più attenti e informati, che richiedono dettagli precisi rispetto all'origine e al trattamento dei prodotti che scelgono, Pasquali e la moglie Francesca Dini hanno progettato un impianto di 20 Web Cam sempre accese e puntate su campi e filari per offrire un controllo continuo su tutte le fasi della coltivazione e della lavorazione. Per accedere ai video, al cliente basta scansionare con il cellulare il QR code direttamente applicato su pomodori e zucchine.

Raccontato con totale trasparenza, l'intero lavoro viene organizzato secondo “l’antica maniera”. «Tutte le nostre coltivazioni – spiega il proprietario dell'Azienda Agricola B.O.– dagli ortaggi alla frutta, sono eseguite con metodi naturali e seguendo esclusivamente il ritmo delle stagioni. I nostri animali sono allevati in libertà e nutriti solo con materie prime autoprodotte. Seguiamo le regole di un'agricoltura ormai passata. Oggi la chiamano biologica, ma noi preferiamo definirla come una pratica di buon senso. Tutte le fasi di trasformazione dei nostri prodotti avvengono all'interno dell'azienda agricola. Solo così possiamo garantire un cibo fresco, sicuro, sano e di qualità».

Antiche sono anche le specie vegetali che crescono nel terreno della prima “fattoria tracciata”: ciliegi, meli e peschi, e, tutto intorno, rovi di frutti di bosco, dalle more ai lamponi. Così da tutelare la biodiversità del territorio e promuovere uno stile di vita sostenibile e a basso impatto ambientale.
Inoltre, a partire dalla materia prima di propria produzione, l'azienda agricola realizza pasta all'uovo di farine di grano duro (varietà Senatore Cappelli) e grano tenero (varietà Abbondanza) macinate e lavorate artigianalmente e confetture con una percentuale di frutta che supera il 90%. Poi ancora saponi acquistabili al peso, candele, olio al miele, legumi e cereali.

L'azienda offre anche la possibilità di dormire immersi nel paesaggio bucolico di una realtà fuori dal tempo: dal 2018 due suites riscaldate con impianto geotermico e alimentate da energia elettrica proveniente da un sistema di pannelli solari accolgono chi desidera ritrovare il contatto con la natura.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...