IL BILANCIO 

Fs: per sostenibilità investiti oltre 55 miliardi in dieci anni

I dieci anni del Rapporto di Sostenibilità e gli Obiettivi 2030-2050 del Gruppo sono stati presentati oggi a Roma alla presenza del ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli


default onloading pic
(fotogramma)

2' di lettura

Oltre 55 miliardi di euro investiti per migliorare infrastrutture e servizi; circa 20 milioni di tonnellate di CO2 in meno emesse in atmosfera, con le persone che hanno scelto il treno invece dell’auto privata. 18,5 milioni di ore risparmiate per tempi di viaggio inferiori del 25%, grazie all’alta velocità. E ottanta miliardi di euro distribuiti agli stakeholder (acquisto beni e servizi, erogazione stipendi, remunerazione ai finanziatori e pagamento imposte e tasse).

Sono questi i risultati dell’impegno di Fs Italiane nel decennio 2008-2018 per realizzare un progetto di mobilità integrata in grado di contribuire allo sviluppo, alla connettività e alla sostenibilità del sistema di trasporto del Paese. I dieci anni del Rapporto di Sostenibilità e gli Obiettivi 2030-2050 del Gruppo sono stati presentati oggi a Roma alla presenza del ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli. «Lasciare la macchina a casa e scegliere il treno, magari abbinato in intermodalità con altri mezzi puliti e la mobilità dolce: è la nostra ossessione e mi fa piacere che Fs Italiane stia puntando molto sulla sostenibilità ambientale che va sposata a quella economica e sociale, per poter migliorare davvero la qualità della vita di chi viaggia», ha detto il ministro, puntualizzando che «noi, in questo, li stiamo aiutando e accompagnando».

«La sostenibilità si declina in tanti modi, sociale ambientale, economico: Ferrovie agisce in tutte queste direzioni come attore principale del trasporto all'interno del paese», ha sottolineato il presidente di Fs Gianluigi Castelli. «Bisogna considerare che il treno è il mezzo di trasporto più efficiente e più pulito - ha aggiunto -, noi stiamo lavorando intensamente per integrarlo in modo che le soluzioni siano comode e facili da usare ed economicamente sostenibili per le persone», ha detto il presidente Gianluigi Castelli. «I risultati ottenuti negli ultimi dieci anni in ambito sostenibilità e gli Obiettivi 2030-2050 confermano l’impegno del Gruppo FS Italiane per rendere la mobilità collettiva e condivisa sempre più integrata e sostenibile. Il nostro impegno è quello di migliorare la qualità della vita delle persone e dei territori» ha aggiunto l’ad di Fs Gianfranco Battisti.

Un impegno quello di Fs che prosegue con la definizione di tre obiettivi di lungo periodo (2030-2050): incremento shift modale per passeggeri e merci verso la mobilità sostenibile, aumento ai massimi livelli della sicurezza su rete ferroviaria, stradale e autostradale, e riduzione delle emissioni di CO2 per diventare carbon neutral entro il 2050.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...