l’anticipazione

Ft: Gran Bretagna verso lo stop alle vendite di auto benzina e diesel dal 2030

Secondo il Financial Times Boris Johnson annuncerà l’anticipo di 5 anni del divieto di vendita

default onloading pic
Boris Johnson (Afp)

Secondo il Financial Times Boris Johnson annuncerà l’anticipo di 5 anni del divieto di vendita


2' di lettura

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha in programma di annunciare la prossima settimana il divieto di vendita di nuove auto a benzina e diesel a partire dal 2030, cinque anni prima del previsto. Lo scrive il Financial Times.

La Gran Bretagna aveva originariamente pianificato di vietare la vendita di nuove auto a benzina e diesel a partire dal 2040, come parte degli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra, e a febbraio Johnson ha anticipato tale divieto al 2035.

Loading...

Johnson avrebbe ora intenzione di spostare nuovamente la data al 2030 in un discorso sulla politica ambientale che dovrebbe tenere la prossima settimana anche se secondo fonti di Downing Street interpellate dall’agenzia Bloomberg una decisione definitiva non è ancora stata presa. Il discorso di Johnson è atteso per il 18 novembre.

Il divieto non dovrebbe essere applicato alle auto ibride che utilizzano una miscela di propulsione elettrica e a combustibile fossile e che potrebbero ancora essere vendute fino al 2035. La fine della vendita di nuove auto a benzina e diesel segnerà un enorme cambiamento nel mercato automobilistico britannico. I dati dell'industria mostrano che le auto a benzina e diesel hanno rappresentato finora il 73,6% delle vendite di auto nuove quest'anno, mentre il 5,5% delle vendite sono state effettuate con veicoli elettrici puri, un dato in forte aumento. I veicoli ibridi di vario tipo hanno costituito il resto delle vendite.

Il piano green di Johnson

La decisione fa parte di una serie di iniziative ambientali promosse dal governo Johnson. A settembre, il governo ha dichiarato che l'anno prossimo emetterà i suoi primi green bond e introdurrà per le aziende l'obbligo di rivelare la loro esposizione ai rischi del cambiamento climatico, diventando così la prima grande economia a farlo.

In Norvegia divieto dal 2025

Altri Paesi hanno già fissato date di messa al bando dei veicoli a combustione interna. Il più ambizioso è la Norvegia, che ha indicato il 2025 come l’anno a partire dal quale si potranno vendere solo veicoli a zero emissioni. Del resto, in Norvegia elettriche pure e plug-in rappresentano già il 70% del mercato nel 2020. La Danimarca ha fissato invece un target del 2030 per diesel e benzina e uno del 2035 per ibride plug-in. Anche Olanda e Islanda indicano il 2030 come ultimo anno in cui sono consentite le vendite di veicoli inquinanti. Spagna e Francia hanno invece fissato il 2040 come anno della svolta verde.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti