i libri del sole 24 ore

«Fuori fuoco» di Chiara Carminati

Il volume, vincitore dello Strega Ragazze e Ragazzi 2016, sarà in edicola dal 23 maggio in abbinamento con «Il Sole»

di Sara Sesia

default onloading pic

Il volume, vincitore dello Strega Ragazze e Ragazzi 2016, sarà in edicola dal 23 maggio in abbinamento con «Il Sole»


2' di lettura

«Dopo ogni guerra/c'è chi deve ripulire./In fondo un po' d'ordine/da solo non si fa», inizia così la poesia che Wislawa Szymborska dedica al periodo di ricostruzione che segue ogni guerra, prima di concludere con asciutta incisività: «Chi sapeva di che si trattava/deve far posto a quelli/che ne sanno poco./ E meno di poco./E infine assolutamente nulla». Jolanda detta Jole, protagonista tredicenne del romanzo Fuori fuoco, con l'ignoranza che ogni guerra lascia in amara eredità, nell'estate del 1914 inizia la sua narrazione e il suo lungo viaggio dall'Austria a Udine e poi a Grado: «Quando è scoppiata la guerra, eravamo tutti contenti». La ragazzina non ci metterà molto a capire il perché invece di quella tristezza che la mamma «aveva addosso» quando le dice «la guerra, Jole, la fanno gli uomini. Ma la perdono le donne».
Il libro comincia con la prima perdita «per cominciare abbiamo perso il lavoro» e il primo ricongiungimento, quello di Jole con la sorellina Mafalda, rimasta in Italia, e gli amici lasciati bambini e ritrovati ragazzi, lì al paese di Martignacco. E l'alternarsi di perdite e ricongiungimenti segnerà la rotta di questa ragazzina, dipanerà i fili intrecciati di una aggrovigliata matassa familiare e femminile, ricamando doni sullo sfondo di un conflitto sanguinario, che inevitabilmente allontana gli uomini da casa e lascia le donne sole.

Separate dalla mamma, colpite dai bombardamenti, Jole e la sorellina viaggeranno alla ricerca di una nonna sconosciuta, in compagnia di una “zia” levatrice, vecchia e cieca, correndo aggrappate al desiderio di ricomporre la famiglia dispersa e protette dall'audacia del loro spirito indipendente. Narrate dalla voce di Jole, vivida e pungente, le vicende sono quelle di tutte le donne che restano fuori fuoco, lontano dal fronte, sfumate, quasi invisibili, mentre la Storia avanza. Una narrazione basata su diari, testimonianze, cronache e documenti quella cucita dall'autrice, capace di parlare di guerra dal punto di vista di chi non l'ha fatta.

La penna, delicata e ferma di Chiara Carminati, è un autentico piccolo tesoro di lessico e immagini da conservare con cura, in una scatola di latta: una sequenza di tavole fuori fuoco in cui emergono i profili di donne piene della bellezza creatrice della vita, anche nell'atrocità della guerra.

COME ACQUISTARLO SU SHOPPING 24

Fuori Fuoco, di Chiara Carminati, vincitore del «Premio Strega ragazze e ragazzi + 11» nel 2016, sarà in edicola il 23 maggio a € 12,90

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...