Emergenza Covid

Friuli V.G. in zona gialla da lunedì, in arrivo i divieti per i no vax

Pesano i ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari ben oltre le soglie critiche. Anche l’Alto Adige verso il giallo

di Andrea Gagliardi

Il Governo prova a salvare il Natale con il super green pass

2' di lettura

Il Friuli-Venezia Giulia passerà in zona gialla da lunedì 29 novembre. Pesano i ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari, schizzati ben oltre le soglie critiche del 10 e 15 per cento (siamo rispettivamente al 16 e 19,5 per cento). Si tratta della prima regione ad abbandonare la fascia bianca. E a quanto si apprende, il governatore Massimiliano Fedriga sta lavorando alla possibilità di anticipare già al 29 novembre, la stretta per i no vax introdotta dal decreto legge approvato mercoledì in Cdm (ancora non pubblicato in Gazzetta Ufficiale), con obbligo di green pass “rafforzato” (riservato solo a vaccinati e guariti dal Covid) per accedere a cinema, teatri, discoteche, stadi e impianti sportivi, a partire dal 6 dicembre.

Anche l’Alto Adige a un passo dalla zona gialla

Il giallo da lunedì non dovrebbe scattare per la provincia di Bolzano. Il tasso di ospedalizzazione nei reparti ordinari è salito al 16% ma quello in terapia intensiva non supera la soglia limite del 10 per cento. Anche l’Alto Adige ha deciso però di giocare d’anticipo. Il presidente della provincia autonoma di Bolzano infatti nei giorni scorsi ha firmato un'ordinanza che prevede non solo l’obbligo di mascherina all'aperto in ogni caso di assembramento (ad esempio nei centri cittadini, nelle piazze,nei mercati, nelle file), ma anche l’obbligo di mascherina Ffp2 sui mezzi pubblici. Mentre nei Comuni “rossi” (con un tasso di incidenza settimanale superiore agli 800 casi ogni 100.000 abitanti e con la copertura vaccinale inferiore al 70%) bar e ristoranti chiudono alle 18 e scatta il coprifuoco dalle 20 alle 5. Chiusi teatri e cinema.
I comuni interessati dalla zona rossa sono 20: Rodengo, San Pancrazio, Caines,Vandoies, Ultimo, Martello, Castelbello-Ciardes, Naz-Sciaves, Senales, Plaus,Castelrotto, Marlengo, Laion, Postal,Ortisei, Moso in Passiria, Funes, SantaCristina Valgardena, Rasun Anterselva,Rio di Pusteria.

Loading...

Cosa succede in zona gialla

In base alle nuove norme in zona gialla (così come accade in zona bianca), è necessario il green pass “rafforzato” per accedere a cinema, teatri, concerti, impianti sportivi, ristoranti al chiuso, feste e discoteche. Anche in zona gialla per accedere al posto di lavoro, utilizzare i mezzi di trasporto a lunga percorrenza (treni ad alta velocità, intercity, aerei eccetera), sciare, andare in palestra e in piscina ed effettuare attività sportiva al chiuso basta il green pass “modello base”, ovvero quello che si ottiene anche con tampone antigenico o molecolare negativo. Il green pass “base” (sempre come in zona bianca) è esteso ad alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, mezzi del trasporto ferroviario regionale e del trasporto pubblico locale ossia metropolitane, autobus e tram.

Le differenze con la zona bianca

Anche in questo caso non serve il green pass, né nella versione base né in quella rafforzata, per effettuare una consumazione al bar, ristoranti all’aperto, per praticare sport all’aperto, andare a fare compere o al supermercato per fare la spesa. Unica differenza con la zona bianca è l'obbligo di mascherina anche all'aperto.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti