Attualità

G20: Biden incontra Draghi: uniti su sfide Covid-clima. Task force pandemie per coordinamento globale

Sottoscritto l’impegno a vaccinare il 40% della popolazione mondiale entro la fine del 2021 e il 70% entro metà 2022

Solo 6 paesi del G20 hanno alzato i target sul clima
  • G20, prima giornata di incontri: sabato l’apertura ufficiale dei lavori

    Roma ha retto l'arrivo in città dei leader mondiali tra un imponente dispositivo di sicurezza con più di 8miila uomini schierati, zone rosse e percorsi blindati. In occasione del G20 (l'apertura ufficiale è sabato alla Nuvola di Fuksas nel quartiere dell'Eur), sono 20 i capi di Stato nella capitale. Il presidente Usa Joe Biden, accompagnato dalla moglie Jill, si è spostato indisturbato in tutta la città per raggiungere prima il Vaticano dove ha incontrato il Papa, poi il Quirinale dove si è intrattenuto con il capo dello Stato Mattarella e infine a palazzo Chigi per il faccia a faccia con il premier Mario Draghi. Biden si è recato infine all'ambasciata di Francia presso la Santa Sede prima di rientrare a Villa Taverna, sede dell'ambasciata Usa in Italia.

  • G20: sabato foto dei leader con i medici simbolo lotta Covid

    I leader del G20 poseranno sabato per una foto con i medici, gli infermieri e il personale della Croce Rossa, in rappresentanza di tutti coloro che hanno lottato contro il Covid. Lo si apprende da fonti italiane. Prima dell’apertura dei lavori del summit, alla Nuvola di Fuksas all’Eur, i grandi della terra poseranno per la photo opportunity di rito, ma anche per una seconda istantanea con gli uomini e le donne simbolo della lotta alla pandemia, un tema che è al centro del G20 a presidenza italiana

  • Draghi-Modi,cooperazione su clima e transizione

    Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha ricevuto oggi a Palazzo Chigi il Primo Ministro indiano, Narendra Modi, alla sua prima visita ufficiale in Italia. I due leader - rende noto Palazzo Chigi - hanno discusso le tematiche multilaterali al centro dell’agenda della presidenza italiana del G20 e le prospettive della cooperazione politica ed economica bilaterale. Affrontate in particolare le tematiche della lotta ai cambiamenti climatici e la transizione energetica. Il colloquio ha incluso anche le tematiche regionali e in particolare la crisi afghana.

  • Draghi riceve a Palazzo Chigi il segretario dell’Onu Guterres

    Il premier Mario Draghi ha ricevuto a Palazzo Chigi il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. L’incontro avviene a margine dei lavori del G20 a presidenza italiana, che si aprono sabato. Il colloquio si è incentrato sui principali temi globali al centro dell'agenda della Presidenza italiana del G20 e delle Nazioni Unite: cooperazione internazionale nella lotta alla pandemia, contrasto ai cambiamenti climatici, ripresa economica e sociale con speciale attenzione verso i Paesi più vulnerabili. Sono inoltre stati discussi gli sviluppi di alcune fra le principali crisi regionali.

  • Biden a Draghi: insieme dimostriamo democrazie funzionano

    «Stai facendo un lavoro straordinario qui! Abbiamo bisogno di mostrare che le democrazie possono funzionare e che possiamo produrre un nuovo modello economico. Tu lo stai facendo». Lo ha detto il presidente americano Joe Biden al premier italiano Mario Draghi, a quanto riferiscono fonti italiane

  • Draghi-Biden: difesa Ue utile per sicurezza transatlantica

    Nel colloquio tra Mario Draghi e Joe Biden «sono state discusse le relazioni bilaterali, con particolare riferimento alle opportunità offerte dai rispetti piani di ripresa economica». Lo comunica Palazzo Chigi al termine dell’incontro. «I due leader hanno riaffermato la solidità del legame transatlantico, e l’utilità dello sviluppo della difesa europea anche per la sicurezza transatlantica, in un rapporto di complementarietà».

  • Palazzo Chigi: Draghi e Biden uniti su sfide pandemia-clima

    Il colloquio tra Mario Draghi e Joe Biden «si è incentrato sull’eccellente cooperazione fra la presidenza italiana del G20 e gli Usa nella gestione delle più importanti sfide globali: la lotta alla pandemia, il contrasto ai cambiamenti climatici, il rilancio dell’economia, il rafforzamento del sistema multilaterale basato sulle regole». Lo rende noto Palazzo Chigi

  • Terminato incontro Draghi-Biden, un’ora di colloquio

    È terminato dopo poco più di un’ora l’incontro tra Mario Draghi e Joe Biden a Palazzo Chigi. Il presidente americano ha lasciato la sede del governo italiano, accompagnato all’ingresso dal presidente del Consiglio. Biden ha ora in agenda un bilaterale con Emmanuel Macron, Draghi riceverà a breve il primo ministro indiano Narendra Modi.

  • Speranza: impegno economico per Paesi poveri, nessun tetto spesa

    «Abbiamo assunto l’impegno di arrivare entro fine anno al 40% della popolazione globale vaccinata e di arrivare al 70% entro metà del 2022. C’è un impegno di tutti Paesi G20 a intervenire per i paesi più poveri con un impegno economico molto forte. Ciò è stato ribadito oggi da tutti i ministri delle Finanze e questo è il senso della riunione di oggi. Abbiamo quantificato l’obiettivo del 40 e 70%: le cifre che saranno necessarie a tal scopo, saranno investite. Mettere una cifra fissa significherebbe mettere un tetto, mentre a noi interessa l’obiettivo». Così il ministro della Salute Roberto Speranza al G20 Salute-Finanze

  • Biden a Mattarella: l’America è tornata e guarda all’Ue

    Il presidente americano Joe Biden ha ribadito al presidente Sergio Mattarella come l’America sia «tornata» e che oggi, accanto all’Alleanza atlantica, perno fondamentale della politica Usa, ci siano per Washington i rapporti con la Ue. Mattarella, si è appreso, lo ha ringraziato per questa sua particolare sensibilità

  • Biden a Mattarella: ottimo lavoro Italia con i vaccini

    Il presidente americano Joe Biden, nel suo colloquio al Quirinale con il presidente Sergio Mattarella, ha riconosciuto «l’ottimo lavoro» fatto dall’Italia sui vaccini. E ha ricordato, si è appreso, che gli Stati Uniti condividono la necessità di vaccinare i Paesi più fragili senza distinguere tra Paesi alleati e no. Il presidente Mattarella aveva introdotto la questione delle vaccinazioni nel mondo, soprattutto riguardo alla necessità di garantirla ai Paesi più fragili.

  • Stretta di mano e abbraccio per Biden e Draghi

    Una stretta di mano e un abbraccio per il presidente statunitense Joe Biden e il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi, per il bilaterale in vista del G20, al via da domani a Roma. Il presidente degli States ha tenuto la mano sulla spalla del presidente del Consiglio fino all’ingresso nel cortile di Palazzo Chigi, dove era stato allestito il picchetto d’onore. Tailleurs con gonna per le due first ladies, nero per Jill Biden e porpora per Serena Draghi. La coppia statunitense si è prestata agli scatti dei fotografici tenendosi per mano, al loro fianco Draghi e consorte.

    Il premier Mario Draghi insieme al presidente americano Joe Biden (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP)


  • Impegno del G20 a rafforzare i sistemi sanitari nazionali

    «Ci impegniamo a promuovere una ripresa sana e sostenibile attraverso il rafforzamento dei sistemi sanitari nazionali, rendendoli più inclusivi e resilienti, assicurando accesso universale ai servizi di cura». Lo si legge nel comunicato finale del G20 dei ministri della Salute e delle Finanze a Roma. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che «c’è stato un impegno forte e congiunto per rafforzare gli investimenti in ambito sanitario e per i serizi sanitari dei vari Paesi. La salute - ha detto - non può essere più considerata un costo e questo e’ il messaggio che vogliamo da qui lanciare».

  • Mattarella-Biden, discussione su clima, pandemia e rapporti con l’Ue

    Clima, pandemia e rapporti con l'Unione Europea sono stati i temi centrali, a quanto si apprende, dell'incontro che si è svolto al Quirinale tra il Presidente Usa, Joe Biden, e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

  • Task force pandemie per coordinamento globale

    Il G20 «stabilisce una task force Finanze-Salute per promuovere il dialogo e la cooperazione globale sui problemi della preparazione e risposta alle pandemie». Lo si legge nel comunicato finale del G20 dei ministri delle Finanze e della Salute. «Per assicurare inclusività, rappresentanza e copertura geografica, la task force prenderà in considerazione l’inclusione di membri addizionali non rappresentati nel G20, istituzioni regionali e istituzioni internazionali».

  • Terminato l’incontro tra Mattarella e Biden

    È terminato, dopo poco più di mezz’ora, il colloquio tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il capo di Stato americano Joe Biden. Il numero uno degli Usa è atteso ora a Palazzo Chigi dal premier Mario Draghi.

  • Speranza: vaccini al 70% del mondo entro il 2022

    Il G20 ha sottoscritto l’impegno a vaccinare il 40% della popolazione mondiale entro la fine del 2021, e il 70% entro metà 2022. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, che assieme al ministro dell’Economia Daniele Franco ha presieduto il G20 Finanze-Salute.

  • Primo caso di Covid, è una giornalista

    Primo caso di un positivo isolato al G20. Secondo quanto si apprende dall’assessorato alla sanità della Regione Lazio si tratta di una operatrice dell’informazione. Il contagio è stato tracciato grazie agli screening di accesso presso il media center.

    L’operatrice dell’informazione risultata contagiata dopo il test effettuato al media center, che dalle prime informazioni sarebbe britannica e vaccinata con AstraZeneca, è stata presa in carico da personale specializzato e portata presso un Covid hotel allestito dalla Regione Lazio proprio in occasione del G20. Il piano sanitario attuato per il summit prevede tra l’altro la realizzazione di postazioni di soccorso fisse e ambulanze dedicate, tre centri tampone, mezzi e personale anche in assetto NBCR (nucleare-biologico-chimico-radiologico) e una tenda da decontaminazione. Potenziata la rete di emergenza sanitaria territoriale Roma e stato di allerta per la Rete ospedaliera di emergenza.

  • Palazzo Chigi blindato per l’arrivo di Joe e Jill Biden

    Tutto pronto a Palazzo Chigi per la visita del presidente americano Joe Biden e della moglie Jill, a margine del G20. La bandiera americana campeggia accanto a quelle italiana ed europea in cima al portone del palazzo del governo e la piazza antistante è blindata. Le vie che costeggiano l’area, inclusa via del Corso, sono interdette ai pedoni. I turisti che alloggiano negli hotel della zona vengono accompagnati all’ingresso dei rispettivi alberghi dalle forze dell’ordine. In un primo momento la sicurezza impediva anche ai giornalisti e alle telecamere delle tv italiane e americane di affacciarsi alla piazza per le dirette dell’evento, poi dopo le pressanti richieste si è deciso di delimitare un’area aperta alla stampa. Draghi e la moglie Serenella, che per la prima volta accompagna il premier in un vertice internazionale, accoglieranno il presidente americano e consorte e un picchetto d’onore segnerà l’inizio dell’incontro. Draghi e Biden avranno un colloquio bilaterale, per le first lady è invece in programma un tè.

  • Biden è arrivato al Quirinale per incontrare Mattarella

    Il presidente Usa Joe Biden è arrivato al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

  • G20: bozza, obiettivo vaccini mondiali al 70% a metà 2022

    «Per aiutare a raggiungere gli obiettivi globali di vaccinare almeno il 40% della popolazione in tutti i Paesi entro fine 2021, e il 70% entro metà 2022», il G20 «prenderà iniziative per spingere le forniture di vaccini e prodotti medici essenziali” e “rimuovere i vincoli finanziari». È quanto si legge in una bozza del Communiqué che stanno negoziando i ministri delle Finanze e della Salute del G20.

  • Biden ha lasciato il Vaticano

    Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden è partito dal Cortile di San Damaso e ha dunque lasciato il Vaticano, dopo l’incontro con Papa Francesco e la Segreteria di Stato vaticana.

  • Casa Bianca, tra Biden e il Papa c’è un «vero feeling»

    Tra il presidente Usa Joe Biden e Papa Francesco c’è un «vero feeling». Lo riferisce la Casa Bianca dopo l’incontro di un’ora e 15 al Vaticano. L’atmosfera nella stanza dell’incontro, ha riferito una fonte ufficiale alla Cnn, era molto «calorosa». Tra Bergoglio e Biden ci sono state «delle risate», ha proseguito la fonte.

  • Domani incontro Biden con Johnson-Macron-Merkel su Iran

    Joe Biden incontrerà domani, a margine del G20 di Roma, il premier britannico Boris Johnson, il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel per discutere la ripresa dei negoziati per il ritorno all’accordo sul nucleare iraniano. Lo rende noto la Casa Bianca.

  • Domenica Biden promuove evento su catena forniture

    Joe Biden ospiterà domenica, a margine del G20 di Roma, un evento sulla resilienza della catena globale di forniture, per coordinarsi con gli altri leader sulle sfide a breve e lungo termine e migliorare la cooperazione su tutti gli aspetti della questione. Lo rende noto la Casa Bianca.

  • Biden in Vaticano, un’ora e un quarto colloquio con Papa

    È stato un incontro molto lungo quello tra Papa Francesco e il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden: un’ora e un quarto. L’incontro nella Biblioteca apostolica è cominciato alle 12.10 e la fine della conversazione privata è stata alle 13.25; poi i saluti e lo scambio dei doni fino alle 13.40. Successivamente Biden si è incontrato con il Segretario di Stato, il card. Pietro Parolin. Si è trattato dunque di una udienza più lunga degli standard, anche rispetto ai precedenti incontri con i Presidenti Usa: con Donald Trump fu di 30 minuti nel 2017 e con Barack Obama di 50 minuti nel 2014.

    Papa Francesco posa con il presidente Joe Biden e la delegazione americana (Photo by Handout / VATICAN MEDIA / AFP)

  • Inwit porta l’innovazione alla Nuvola di Fuksas

    Inwit, la tower company italiana, ha completato la realizzazione di un impianto di copertura indoor con tecnologia Das (Distributed Antenna System) a centro congressi La Nuvola, a Roma. L’impianto ha visto l’installazione di 40 microantenne, collegate tra di loro e alimentate con un segnale che raggiunge il centro congressi tramite fibra ottica. La nuova copertura rende così il segnale di tutti gli operatori mobili stabile e veloce, permettendo un utilizzo ottimale di tutti i dispositivi, dagli smartphone ai tablet, ai pc con connessione wireless. Il sistema Das assicurerà da subito un miglioramento delle attuali tecnologie fino al 4G e sarà predisposto per la tecnologia 5G. Le piccole dimensioni e la bassissima potenza lo rendono inoltre un sistema a impatto visivo ed elettromagnetico assolutamente trascurabile.

  • Il Papa: su clima serve una corresponsabilità mondiale

    «Il cambiamento climatico può essere affrontato soltanto attraverso una corresponsabilità mondiale, una solidarietà fondata sulla giustizia, sulla condivisione di un comune destino e sulla coscienza dell’unità della famiglia umana, progetto di Dio per il mondo». Lo dice Papa Francesco in un tweet, in vista della Cop26 di Glasgow.

  • New York Times: Draghi unico leader europeo, sarà alleato chiave per Biden

    L’incontro tra Joe Biden e Mario Draghi a Palazzo Chigi non è solo uno «scambio di cortesie» da parte del presidente Usa verso il premier italiano. Lo scrive il New York Times, sottolineando che «con l’uscita di scena di Angela Merkel e con Macron alle prese con difficoltà politiche, Draghi è emerso come leader dell’Europa e potenzialmente come interlocutore chiave per un presidente americano che punta a mantenere forti alleanze nel continente». Draghi, prosegue il Nyt, è «ben conosciuto e rispettato» a Washington, sia per il suo ruolo di presidente della Bce che per la collaborazione con l’amministrazione Obama durante la crisi del debito. Anche se Draghi si è «spesso» alleato con Macron su una serie di questioni, è «meno rialzista» del presidente francese sul tema dell’indipendenza europea e ha «riportato la politica estera italiana verso gli Stati Uniti». Per questo, conclude il Times, Draghi «sarebbe per Biden un alleato influente all’interno dell’Unione europea».

  • Gentiloni: decisioni su corporate global tax di importanza storica

    «Il G20 è una tappa molto importante: la prima ragione è che i leader domani e dopodomani faranno proprie le decisioni sulla tassazione globale che sono decisioni di importanza storica». Lo ha detto il commissario europeo degli Affari economici Paolo Gentiloni, a margine del G20 dei ministri della Salute e delle Finanze a Roma. Gentiloni ha sottolineato come il fatto che oggi si svolga questa «straordinaria riunione dei ministri delle Finanze e della Salute nell’ambito del G20 dei leader è fondamentale, perché cercheremo di costruire una collaborazione tra chi si occupa dei bilanci pubblici e chi si occupa di sanità».

  • Von der Leyen vede Modi, più cooperazione sul clima

    Incontro a Roma, alla vigilia del G20, tra la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen e il premier indiano Narendra Modri. «Buona riunione con Modi. La nostra agenda strategica è sul sentiero giusto. Abbiamo concordato sul fatto che i negoziatori di entrambe le parti cominceranno a lavorare sul dossier commercio. Renderemo più forte la nostra cooperazione sul clima, inclusi i campi dell’innovazione e tecnologia. Puntiamo ad una cooperazione nell’area indo-pacifica», scrive su twitter von der Leyen. «Mi congratulo con l’India per il suo eccellente progresso nella vaccinazione e per il ripristino delle esportazioni di vaccini», aggiunge in un altro tweet, sottolineando la necessità di «unire le forze per vaccinare il mondo e sconfiggere la pandemia globale».

  • Le Maire: sul fisco grande successo presidenza Italia

    L’accordo sulla tassazione delle multinazionali globali con un’aliquota minima «è un grande successo della presidenza italiana del G20» e rappresenta un primo passo nella sfida che ci aspetta nei prossimi mesi, «quella di riequilibrare il potere fra i colossi del web e i governi democraticamente eletti». Lo ha detto il ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire al suo ingresso al G20 Finanze-Salute.

  • Appello di Onu e Croce Rossa per equa distribuzione vaccini

    «In apertura del G20 - spiega Francesco Rocca, Presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) e della Croce Rossa Italiana - insieme all’Onu abbiamo voluto lanciare un forte appello di umanità ai leader di tutto il mondo. La distribuzione equa dei vaccini è una priorità politica, morale ed economica che, finora, è stata ampiamente trascurata. E’ arrivato il momento di agire». In un appello, le Nazioni Unite e il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa rimangono fermi nel loro impegno per garantire un accesso equo ed efficace ai vaccini Covid-19 in tutto il mondo.

  • Le Maire: con Giorgetti discusso di nucleare

    «Sarò molto franco con voi, parlo di energia nucleare a tutti i miei omologhi europei, ne ho parlato con Giorgetti questa mattina. Sono Convinto che senza il nucleare non riusciremo a completare la transizione climatica e raggiungere l’obiettivo di zero emissioni entro il 2050». Così il ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire al suo ingresso al G20 Finanze-Salute. «Ci sono Stati che hanno questa tradizione nucleare, come la Francia, con il presidente Macron siamo decisi a sviluppare questa filiera ed investire in nuovo nucleare, rinnovabili, eolico, offshore e solare» e «continueremo a chiedere con forza che nella tassonomia europea il nucleare sia riconosciuto come energia che non emette CO2».

  • Vladimir Putin interverrà due volte in video

    Il presidente russo Vladimir Putin parlerà due volte in collegamento video al vertice del G20 del 30-31 ottobre. Lo ha annunciato ai giornalisti il segretario stampa del capo dello stato Dmitry Peskov, stando a quanto riporta la Tass. «Sabato e domenica il presidente lavorerà in modalità videoconferenza, parteciperà al vertice del G20 che si terrà sotto la presidenza italiana. Ci saranno due discorsi presidenziali, che sicuramente vi mostreremo», ha detto Peskov.

  • Yellen: puntiamo a passi avanti su salute e finanza

    «Una buona discussione su salute e finanza». Così Janet Yellen, segretaria del Tesoro Usa, ha descritto le aspettative per la riunione dei ministri della Salute e delle Finanze del G20 al suo ingresso al Palazzo delle Fontane all’Eur.

  • Per Biden corteo “monstre”, 85 veicoli al seguito

    È un vero e proprio corteo “monstre”, composto da 85 veicoli, quello che ha accompagnato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in Vaticano, per il primo appuntamento della sua visita a Roma per il G20. Lo riferiscono i giornalisti del pool della Casa Bianca.

  • Quattordicesimo presidente alla Santa Sede, il secondo cattolico

    Joe Biden è il 14esimo presidente americano in vista in Vaticano. Ma è solo il secondo presidente cattolico dopo John Kennedy che nel luglio del 1963, pochi mesi prima del suo assassinio a Dallas, venne a Roma e fu molto attento, quando fu ricevuto da Papa Paolo VI, a non baciare l’anello, un gesto che sarebbe stato problematico per un presidente da molti nell’America protestante guardato con sospetto per la sua fede cattolica. Basti pensare che dovettero passare ancora 21 anni prima che gli Stati Uniti guidati da Ronald Reagan istituissero formalmente le relazioni diplomatiche con il Vaticano, completando quel lento e complicato processo avviato quando Woodrow Wilson, durante il suo viaggio in Europa nel 1919 dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, fu il primo presidente americano a recarsi in Vaticano, ricevuto da Benedetto XV.

  • Biden in Vaticano per l’incontro con il Papa

    Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è arrivato in Vaticano. All’arrivo nel Cortile di San Damaso, il presidente accompagnato dalla first lady Jill Biden è stato accolto dal Reggente della Casa pontificia, monsignor Leonardo Sapienza. A seguire l’incontro con Francesco nella Biblioteca apostolica.

    L’arrivo di Joe Biden in Vaticano (Photo by Tiziana FABI / AFP)

  • Fridays for future in corteo sabato e assemblea il 31

    I giovani attivisti per il clima di Fridays For Future (Fff) Italia scenderanno in piazza a Roma «in corrispondenza del G20 per arricchire il corteo di sabato 30 ottobre di vertenze ecologiste» e per l’indomani, domenica 31, hanno annunciato un’assemblea «dei movimenti» (dalle 10 alle 17 presso il Teatro Garbatella a Roma), che punterà al confronto «tra tutte le vertenze in campo sia per rafforzare ogni singola lotta, sia per costruire una strategia comune di confronto e mobilitazione per il prossimo autunno-inverno, durante il quale molti nodi verranno al pettine e servirà la costruzione di una massa critica adeguata». Lo rende noto Fff Italia spiegando che «il G20 legittimerà nuove scappatoie per le grandi aziende inquinanti, attraverso cui potersi certificare green senza realmente limitare le proprie emissioni climalteranti. Abbiamo bisogno di soluzioni climatiche reali, decoloniali e socialmente giuste».

  • Georgieva (Fmi): mancano 20 mld per target vaccinazioni

    «Mancano solo 20 miliardi di dollari per accelerare le vaccinazioni globali in modo da raggiungere il 40% della popolazione nel 2021 e il 70% a metà 2022». Lo ha detto la direttrice generale del Fmi, Kristalina Georgieva, riferendosi agli impegni del G20 nel finanziamento della campagna di vaccinazione nei paesi più poveri. «Ne abbiamo bisogno per la salute delle persone ma anche per l’economia mondiale» - ha detto Georgieva entrando al G20 finanze-salute - «spendendo appena 20 miliardi adesso, avremo guadagnato 5.300 miliardi nel 2025».

  • Biden ha lasciato Villa Taverna, atteso in Vaticano

    Il presidente Usa Joe Biden ha lasciato Villa Taverna, residenza dell’ambasciatore Usa in Italia, dove soggiorna, per recarsi in Vaticano dove è atteso a mezzogiorno.

  • Al valico di Ventimiglia operativo il ripristino dei controlli

    Le autorità italiane hanno ripristinato dal 27 ottobre i controlli in ingresso in tutti i valichi della frontiera italo-francese di Ventimiglia, in provincia di Imperia, in concomitanza con il G20 di Roma (30-31 ottobre). L’attività di sorveglianza alla frontiera è stata intensificata con l’esercito, oltre alle forze di polizia, e proseguirà fino al prossimo primo novembre. Da parte francese, la sospensione è già in atto per via dell’allerta terrorismo.

  • Polizia locale, scattate le misure di viabilità

    Scattano oggi le misure restrittive alla viabilità, che rientrano nel piano di sicurezza messo a punto in vista del vertice dei Capi di Stato e di Governo dei Paesi appartenenti al G20 che si terrà questo fine settimana. Come ricorda la polizia locale di Roma Capitale in un post su Fb, ci sarà una «zona di massima sicurezza nel Quartiere – Eur dalle ore 19, con l'interdizione totale al transito veicolare e limitazioni al transito pedonale in tutte le aree limitrofe le sedi del vertice». Migliaia gli agenti della polizia locale impegnati nei servizi di viabilità e nel presidio dei varchi che delimiteranno l'area del IX Municipio interessata dalle riunioni. Oltre l’Eur, anche tutta la zona del centro sarà off limits, con possibilità di temporanee chiusure al traffico.

  • In Vaticano il presidente coreano Moon, faccia a faccia col Papa

    Visita in Vaticano per il presidente coreano Moon Jae-in. Accolto nel Cortile di San Damaso con consorte e seguito, Moon ha avuto un faccia a faccia col Papa.

    Il presidente Moon Jae-in, al centro, accompagnato da monsignor Leonardo Sapienza (AP Photo/Andrew Medechini)


  • Cmcc, rischio perdita 4% Pil entro 2050 e 8% al 2100

    «Nello scenario peggiore, senza un’azione urgente per ridurre le emissioni di carbonio, le perdite di Pil dovute ai danni climatici nei paesi del G20 aumentano ogni anno, salendo a almeno il 4% annuo entro il 2050 che potrebbe andare oltre l’8% entro il 2100, equivalente al doppio delle perdite economiche del blocco dovute a Covid-19». È quanto emerge dall’Atlante dei rischi climatici del G20. Impacts, policy, economics, realizzato dalla Fondazione Cmcc secondo cui al Canada potrebbe andare peggio e «vedere un calo del Pil di almeno il 4% entro il 2050 e di oltre il 13% (133 miliardi di euro) entro il 2100».

  • Von der Leyen a Roma, più vaccini e impegni su clima

    «A Roma per il summit del G20. Il mio messaggio ai leader: per uscire dal Covid-19, dobbiamo incrementare la vaccinazione a livello globale e migliorare la preparazione alla pandemia; secondo, servono impegni per il clima e piani concreti da parte del G20 per aprire la strada al successo della Cop26». Lo scrive in un tweet la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen.

  • Prodi: è un G20 sfortunato, pesa la mancanza di Putin e Xi

    «Il G20 è un avvenimento magnifico ma cade in un momento sfortunato. Non c’è la partecipazione diretta di Vladimir Putin e Xi Jinping perché il Covid sta frammentando le regole del mondo ma è comunque un bene che si sia potuto fare dopo due anni. Certo, se il G20 avesse avuto la presenza fisica di Putin e Xi avrebbe potuto fare qualche salto in avanti: negli incontri internazionali la presenza fisica è vitale, due terzi delle cose si svolgono nel corridoio, la politica è fatta di cose così, di guardarsi negli occhi». Lo ha detto Romano Prodi al forum economico euroasiatico di Verona.

  • Biden-Macron, da Patto Aukus a Sahel e Indo-Pacifico

    A Roma il primo faccia a faccia tra Joe Biden e Emmanuel Macron dalla crisi innescata dal Patto Aukus. Il presidente francese, conferma l’Eliseo, incontrerà oggi il presidente americano a Villa Bonaparte, sede dell’ambasciata francese presso la Santa Sede. Dopo l’annuncio del Patto Aukus, nel mezzo della crisi dei sottomarini, Biden e Macron avevano avuto il 22 ottobre un colloquio telefonico e, aveva fatto sapere l’Eliseo, avevano concordato l’avvio di un «processo di consultazioni approfondite» per stabilire «le condizioni che garantiscano la fiducia» e «proporre misure concrete per realizzare obiettivi comuni» oltre ad essersi accordati per un incontro a fine ottobre. Il faccia a faccia odierno, previsto intorno alle 16.15, consentirà di «proseguire la messa in atto di una cooperazione concreta sui temi di interesse comune, in particolare nel Sahel e nella regione dell’Indo-Pacifico».

  • Durante controlli aggredisce con bastone agente polizia locale, arrestato

    Ha aggredito un funzionario della polizia locale con un bastone. Per questo un albanese di 57 anni è stato arrestato da una pattuglia della polizia locale dell’ VIII Gruppo Tintoretto durante uno dei servizi di controllo predisposti in occasione del G20. In via Cristoforo Colombo, all’altezza di via Grottaperfetta, l’uomo ha reagito nel tentativo di sottrarsi agli accertamenti, colpendo il funzionario con una bastone. Il 57enne è stato immediatamente bloccato e arrestato. Ora dovrà rispondere di oltraggio, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi, in quanto trovato in possesso di un coltello.

  • Di Maio: romani avranno disservizi ma ne varrà la pena

    «Ci sarà qualche disservizio sulla viabilità a Roma ma ne varrà la pena». Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ad Agorà su Rai Tre parlando del vertice del G20 che si apre domani nella capitale.

    Un’immagine della “Nuvola” all’Eur


  • Le Maire: da Draghi e Franco ottimo lavoro

    «La Francia e l'Italia faranno la stessa scelta, quella delle riforme strutturali. Saluto le decisioni prese con coraggio e costanza da Mario Draghi, per esempio quanto alla riforma della giustizia o alla riforma fiscale. In Francia passeremo all'applicazione integrale della riforma dell'indennità di disoccupazione, e punteremo molto sulla formazione dei lavoratori, visto che oggi molte imprese si lamentano della difficoltà di reclutarli. La riforma delle pensioni è a sua volta inevitabile, se vogliamo continuare a finanziare il modello sociale francese». A dirlo il ministro francese dell’Economia e delle Finanze, Bruno Le Maire, in un’intervista al Corriere della Sera. Sull’importanza del G20 di Roma, quanto alla fiscalità internazionale, «è una questione molto politica. I capi di Stato e di governo sono chiamati a confermare le scelte fatte a livello di ministri delle Finanze del G20 per una tassazione minima delle multinazionali e una tassazione dei giganti del digitale. È una rivoluzione fiscale di importanza enorme, che frutterà molto denaro».

  • Xi Jinping parteciperà in collegamento video

    Il presidente cinese Xi Jinping non sarà presente al summit del G20 di Roma, ma parteciperà solo in collegamento video. Lo ha confermato la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, in una nota rilanciata dall’agenzia ufficiale Xinhua. Su invito del presidente del Consiglio Mario Draghi, si legge, «il presidente Xi Jinping parteciperà al 16esimo vertice dei leader del G20 che si terrà dal 30 al 31 ottobre tramite video» e terrà «un discorso importante».

  • G20, Joe Biden a Roma. Prima giornata di incontri

    Primo giorno a Roma per Joe Biden in vista del G20 di domani e domenica. L’Air Force One con a bordo il presidente americano e la First Lady Jill Biden è atterrato nelle scorse ore. Ad accompagnare Biden, che prima della partenza ha presentato il suo piano da 1.750 miliardi di dollari per il welfare e i cambiamenti climatici, ci sono tra gli altri il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, e il consigliere per la Sicurezza nazionale, Jake Sullivan. L’agenda annunciata prevede per le prossime ore incontri con il Papa, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il premier Mario Draghi. Poi un faccia a faccia con il presidente francese Emmanuel Macron. Glasgow, per la Cop26, sarà la seconda tappa del viaggio in Europa di Biden, il secondo dal suo arrivo alla Casa Bianca.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti