intermediazione

Gabetti Home Value, l’obiettivo è costruire la casa sui bisogni dei clienti

di Emiliano Sgambato


default onloading pic
Il Segrate Village, un complesso di recente costruzione commercializzato da Gabetti

3' di lettura

Nasce “Gabetti Home Value, soluzioni per l’abitare”, una divisione rinnovata che guarda alle ultime tendenze del mercato delle case in costruzione e dei frazionamenti degli edifici esistenti.

La nuova missione di Gabetti – si legge in una nota – è «sviluppare un approccio data-driven, ossia quella di creare processi e azioni basate sull’analisi dei dati degli utenti per creare strategie in grado di adattarsi alle esigenze specifiche dei diversi target. In questa nuova ottica è stato rivisto e potenziato il modello organizzativo della struttura e sono stati sviluppati nuovi servizi, offrendo innovazione a beneficio del processo di vendita e di comunicazione».

La ricerca Doxa

Uno dei primi passi è stato commissionare una ricerca a Bva Doxa sul legame tra gli italiani e la casa da cui emerge, ad esempio, innanzitutto che un italiano su due non è soddisfatto della propria abitazione, in particolare «si è parzialmente o del tutto insoddisfatti dei costi e delle prestazioni della casa, intesa come isolamento acustico, qualità dei materiali di costruzione, isolamento termico e classe energetica».

LEGGI ANCHE / Metà degli italiani comprano ancora in agenzia

Dalle 7mila interviste emerge anche come cambia il modo di vivere la casa rispetto anche solo a pochi anni fa. Ad esempio il 26% degli italiani fa attività sportive in casa e il 35% passa più tempo tra le mura domestiche: con lo smart working, in 4 case su 10 c'è qualcuno che lavora direttamente dal salotto (42%), da uno studio (36%) o addirittura (il 20%) dalla camera da letto. Il 33% degli intervistati afferma poi che nei prossimi tre anni si doterà del termostato intelligente, il 32% di prodotti e servizi smart in grado di connettere gli oggetti della casa, il 30% di un impianto fotovoltaico o solare e il 28% di sensori anti intrusione.

Il 60% delle famiglie afferma di spegnere la luce ogni volta che esce da una stanza, il 58% fa la raccolta differenziata, il 48% fa lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico. Il 60% degli intervistati ha realizzato negli ultimi 5 anni interventi per migliorare comfort ed efficienza energetica della casa (installazione di condizionatore/climatizzatore per il 22%, sostituzione infissi e finestre per il 19%, installazione di caldaia a condensazione per il 17%).

Ma quale casa vorrebbero gli italiani? Case belle, sostenibili, predisposte alle nuove tecnologie, con layout efficienti e spazi flessibili.

Vendere casa, i consigli per l’annuncio immobiliare «perfetto»

La strategia e gli obiettivi

Grazie a questa strategia, Gabetti punta a raggiungere nel 2022 un fatturato di circa 10 milioni nel settore nuove costruzioni. Attualmente il gruppo gestisce 7.540 unità circa per 12 regioni italiane in 25 comuni, per un totale di valore gestito di 1,8 miliardi di euro.

LEGGI ANCHE / Intesa SanPaolo Casa entra nelle nuove costruzioni con strumenti hi-tech

A livello di fatturato, negli ultimi tre anni la divisione cantieri è passata «da 2,1 milioni di euro nel 2016 (+40% sul 2015), a 3,1 milioni di euro nel 2017 (+48% rispetto all'esercizio precedente) fino a raggiungere i 4,4 milioni di euro nel 2018 (+42% sul 2017)».

In Gabetti Home Value «opererà un team di circa 70 professionisti interamente dedicati al progetto (Commercial & Technical Asset Management, Marketing Strategico, Operativo, Advisor e Call Center) suddivisi tra le sedi di Milano, Roma e le sedi territoriali regionali».

«La ripresa del mercato immobiliare – dichiara Roberto Busso, ad di Gabetti Property Solutions – ci ha convinti fosse arrivato il momento di investire risorse in quello che è il settore cantieri, focalizzando però la massima attenzione su quello che davvero vogliono coloro che cercano casa. È inutile costruire case che non corrispondono a quanto realmente vogliono le persone. Dall'altra parte, chi vende casa come i costruttori, i developer, i fondi e le banche, ha la necessità di investire in progetti immobiliari che propongano un prodotto chiaro e riconoscibile sul mercato. Non puntiamo solo a nuove costruzioni pensate come acquisto abitazione, ma anche a soluzioni che siano d'appeal a investitori anche stranieri».

La nuova divisione Gabetti Home Value ha come obiettivo organizzare un processo di vendita il più efficiente possibile. «Ciò significa – spiegano da Gabetti –che ogni progetto passa prima per l'analisi del mercato locale in cui si trova l’immobile, confrontandolo con le richieste del mercato e allineandolo a esso attraverso l’ottimizzazione del progetto a livello di layout interni, dotazioni impiantistiche e facilities. Dopodiché viene definito il listino vendite e le politiche di prezzo, con conseguente strategia operativa e di vendita. Il tutto lavorando a stretto contatto con l’ufficio marketing».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...