MUSEI E BIENNALI

Galleria Nazionale Barberini Corsini: lavori in corso per l’autonomia economica

di Sivia Anna Barrilà e Maria Adelaide Marchesoni

Pietro da Cortona (Cortona 1597 – Roma 1669). Il Trionfo della Divina Provvidenza e il compiersi dei suoi fini sotto il pontificato di Urbano VIII, 1632-1639. affresco, soffitto del salone di Pietro da Cortona. Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma

2' di lettura

Hanno ottenuto dignità di museo con la riforma Franceschini nel luglio 2015. Da novembre 2015 le Gallerie Nazionali d'Arte Antica di Roma - Palazzo Barberini e Galleria Corsini hanno una nuova la direttrice, Flaminia Gennari Santori, che lo scorso 11 gennaio ha presentato la nuova visione di rilancio strategico del museo, annunciando i fondi a sua disposizione: 9 milioni di euro dati dal CIPE (Comitato interministeriale per la programmazione economica) dal 2016 al 2020 per interventi straordinari. In particolare, i fondi verranno utilizzati per il completamento del restauro di Palazzo Barberini, eseguito tra il 2006 e il 2011, per la realizzazione di un ristorante, del bookshop e per la revisione del percorso espositivo del museo.

Galleria Nazionale Barberini Corsini: lavori in corso per l’autonomia economica

Galleria Nazionale Barberini Corsini: lavori in corso per l’autonomia economica

Photogallery13 foto

Visualizza

«Il nostro obiettivo - spiega la direttrice - è nel 2018 allestire palazzo Barberini nella sua interezza e aprire la caffetteria. Contiamo in quell’anno di avere un numero molto maggiore di visitatori. Nel 2016 i visitatori a Palazzo Barberini e alla Galleria Corsini sono stati circa 147.000, con un incremento degli introiti della biglietteria peri al 20% circa. Nel 2017, a fronte di una nuova strategia di comunicazione e di una programmazione culturale più consistente il numero dei visitatori dovrebbe già aumentare in modo significativo».

Loading...

Purtroppo, però, l’autonomia giuridica conferita dalla legge Franceschini non si riflette di fatto ancora in un’autonomia economica, in quanto lo Stato con i suoi contributi è ancora un soggetto fondamentale e indispensabile per la gestione ordinaria del museo. Le attività che dovrebbero potenziare l’autofinanziamento sono ancora troppo limitate. Nell’anno che si è appena concluso le spese di funzionamento sono ammontate a 2.677.683 e sono state coperte in gran parte dal contributo dello Stato e per la parte rimanente dalle risorse proprie.

«Nel 2016 - spiega la direttrice - il museo ha incassato quale fondo di dotazione dallo Stato 2 milioni di euro; 500.000 euro sono derivati dalla biglietteria, e altri 200.000 euro sono stati incassati attraverso affitto spazi e loan fee», quest’ultima una strategia instaurata dalla nuova direttrice che, in caso di richieste di prestito da parte di società private, ha introdotto la possibilità di chiedere dei contributi.

Il preventivo di funzionamento 2017 e 2018 della Galleria Nazionale Barberini Corsini ammonta a 5 milioni di euro all’anno, cifra che comprende anche parte del finanziamento del Cipe per gli interventi straodinari. «Il fabbisogno annuale del museo - spiega la direttrice Flaminia Gennari Santori - ammonta a circa 3.000.000, ma per produrre mostre importanti dobbiamo comunque reperire altri fondi». I costi del personale non sono stati dichiarati poiché sono informazioni che può fornire il Mibact poiché il personale dipende direttamente dal ministero. Lo stipendio del direttore, invece, è pubblico e da contratto è pari a 77.000 euro lordi più 15.000, sempre lordi, legati alla performance.
E come avverrà il coinvolgimento dei privati? «Lo sviluppo del fundraising - spiega la direttrice - avverrà attraverso progetti e partnership specifiche per singoli progetti espositivi, il potenziamento dell’offerta formativa nel museo, supporto per fellowship post-master o specializzazione per la formazione delle professioni museali».
Per la gestione 2017 il contributo del Mibact dovrebbe essere leggermente inferiore a quello dell’anno precedente: «ma abbiamo buone speranze che venga leggermente aumentato» conclude Gennari Santori.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti