emergenza coronavirus

Garante ai benzinai: revocare lo sciopero

Lo stop dei gestori degli impianti è stato annunciato a partire da mercoledì notte

di Giorgio Pogliotti


Il Garante chiede ai benzinai di revocare lo sciopero: ecco perché

2' di lettura

Il Garante degli scioperi nei servizi pubblici essenziali ha invitato i sindacati dei benzinai a revocare immediatamente lo sciopero previsto a partire dal 25 marzo. Resta fermo che la commissione accerterà in seguito all’eventuale apertura del procedimento di valutazione ogni altra violazione che dovesse emergere, che potrà portare l’applicazione di sanzioni. Il garante ribadisce il fermo invito a tutte le organizzazioni sindacali a non effetturare scioperi fno al 30 marzo 2020.

La protesta dei benzinai
L'emergenza Covid-19 ha fatto esplodere infatti in questi giorni la protesta dei benzinai, che hanno miniacciato una progressiva serrata: da mercoledìnotte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria . «Noi, da soli non siamo più̀nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio», hanno annunciato in una nota i gestori degli impianti aderenti a Faib (Confesercenti), Fegica (Cisl), Figisc/Anisa (Confcommercio).

Garante a Usb: rinviare sciopero del 25 marzo
Un primo monito era arrivato in mattinata dal Garante all'Usb, chiedendo di rinviare lo sciopero generale proclamato per il 25 marzo. «È inopportuno, in un momento di emergenza epidemiologica come quella che sta vivendo il Paese - ha scritto il Garante in una nota - effettuare scioperi che coinvolgano i servizi pubblici essenziali, dal momento che essi non farebbero altro che aggravare la condizione dei cittadini. Pertanto, in linea con l'appello già rivolto alle Organizzazioni sindacali a non proclamare astensioni fino al 31 marzo 2020, la Commissione in merito alla proclamazione, da parte dell'Unione sindacale di base (Usb), di uno sciopero generale nazionale di 24 ore per domani, rinnova il suo fermo invito a rinviare l'attuazione di ogni tipo di astensione dal servizio».

Coronavirus, ecco il decreto che blocca le attività non essenziali. Vietati gli spostamenti dal comune in cui ci si trova
Così i droni monitoreranno i movimenti degli italiani

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...