Dalla disciplina delle intercettazioni ai permessi in carcere, il decreto Giustizia è legge

6/10Diritto

Garante e carcere duro

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Il Garante dei detenuti potrà accedere “senza limitazione alcuna” all'interno delle sezioni speciali delle carceri incontrando detenuti e internati sottoposti al regime speciale del 41-bis e svolgere con essi colloqui visivi riservati senza limiti di tempo, non sottoposti a controllo auditivo, videoregistrazione e non computati ai fini della limitazione dei colloqui personali. I Garanti regionali dei diritti dei detenuti “accedono, nell'ambito del territorio di competenza, all'interno delle sezioni speciali degli istituti incontrando detenuti ed internati sottoposti al regime speciale”, con le stesse modalità del garante nazionale. Diverso il caso dei garanti comunali, provinciali o delle aree metropolitane che potranno accedere “esclusivamente in visita accompagnata agli istituti” dove sono ristretti i detenuti speciali.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti