ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcybersicurezza

Garmin ostaggio degli hacker, servizi inutilizzabili

L’azienda Usa è stata travolta da uno tsunami informatico. Tanto che ora anche le email dei dipendenti e i call center sono fuori uso. Solo i canali social e il sito web sono rimasti al riparo da questa azione ad opera di cybercriminali russi

di Biagio Simonetta

default onloading pic
(REUTERS)

L’azienda Usa è stata travolta da uno tsunami informatico. Tanto che ora anche le email dei dipendenti e i call center sono fuori uso. Solo i canali social e il sito web sono rimasti al riparo da questa azione ad opera di cybercriminali russi


2' di lettura

A sentirla sembra una storia incredibile. E invece è l'incubo informatico in cui è piombata da qualche giorno Garmin. Da ormai quasi quattro giorni, l’azienda di Kansas City è vittima di un attacco hacker ferocissimo, basato su malware di tipo ransomware che ha di fatto preso in ostaggio ogni servizio online legato alla società. E milioni di utenti, in tutto il mondo, sono alle prese con problemi di connessione ai servizi che hanno fatto di Garmin una delle aziende più importanti nel mondo del tracciamento sportivo.

L'attacco

Tutto è iniziato venerdì, con i primi problemi segnalati dagli stessi utenti. Nulla, però, faceva presagire un attacco di queste dimensioni. E invece, col passare delle ore, Garmin è stata travolta da uno tsunami informatico. Tanto che ora anche le email dei dipendenti e i call center sono fuori uso. Solo i canali social e il sito web sono rimasti al riparo da questa azione. L'attacco, secondo quanto si apprende, è basato sul ransomware WastedLocker, un malware che cripta i dati di un server e li rende inutilizzabili. Si tratta di un virus creato dall'organizzazione cybercriminale russa Evil Corp, già nota per altri attacchi pesanti ad aziende americane nel corso degli ultimi anni. Secondo quanto scrivono alcuni blog specializzati, i russi sono stati capaci di bucare i sistemi di Garmin grazie a una falla trovata in un server aziendale con sede in Taiwan. Da lì, WastedLocker si è esteso a tutta l’infrastruttura di Garmin. I cybercriminali che hanno preso possesso delle macchine hanno già fatto recapitare a Garmin un messaggio eloquente: 10 milioni di dollari di riscatto per sbloccare il sistema. Come ogni attacco ransomware, tuttavia, non v'è certezza che dopo il pagamento del riscatto – che si concretizza tramite pagamenti blindatissimi in bitcoin - arrivi l’effettivo ripristino dei server. Sarebbero al sicuro, per ora, i dati degli utenti. Questa tipologia di ransomware, infatti, notoriamente non ruba dati.

Il messaggio di Garmin

Sul sito dell'azienda, dopo qualche ora di silenzio, è comparso questo messaggio: «Stiamo riscontrando un'interruzione che riguarda alcuni dei nostri servizi, tra cui le app Garmin Connect e Garmin Pilot. A seguito dell'interruzione, alcune funzionalità su queste piattaforme non sono al momento disponibili. L'interruzione interessa anche i call center dell'assistenza clienti e, di conseguenza, al momento non siamo in grado di ricevere chiamate, e-mail o avviare chat online. Stiamo lavorando per ripristinare i nostri sistemi il più velocemente possibile e ci scusiamo per l’inconveniente. Forniremo ulteriori aggiornamenti non appena questi saranno disponibili». E su Twitter, l'ultimo post è un messaggio di scuse: «Vogliamo estendere le nostre più sincere scuse per l’inconveniente causato dall'interruzione per i nostri clienti».

Gli utenti bloccati

Benché i dati degli utenti non siano a rischio, il blocco di Garmin Connect e Garmin Pilot Apps rende di fatto inutilizzabili molti dispositivi. Ed è per questo che, online, monta il malcontento dei clienti che ormai da oltre tre giorni sono alle prese col disservizio. Una storia, questa, che mette in mostra le fragilità dei servizi online. E che dimostra come anche un'azienda come Garmin (non certo l'ultima arrivata) possa subire cyberaggressioni così violente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti