cosmetica

Garnier accelera sul naturale e lancia una linea biologica

di Marika Gervasio


default onloading pic

3' di lettura

Fin dalla creazione della prima lozione per capelli a base naturale, nel 1904, Garnier è stata una marca pioniera nell'uso degli attivi di derivazione naturale. Da allora Garnier non ha mai smesso di esplorare le potenzialità offerte dalla natura fino ad arrivare a concepire una intera linea di prodotti bio certificati. Si chiama Garnier Bio ed è dedicata alla cura del viso: creme, trattamenti, oli, acque micellari e tonici.

Tra circa un centinaio di ingredienti sono state selezionate piante riconosciute per i loro benefici naturali in base ad ogni tipologia di pelle: il timo purificante, l’argan nutriente, la lavanda rigenerante, il fiordaliso lenitivo, la citronella rinfrescante e il konjac esfoliante. Sono coltivate e raccolte nei loro luoghi ideali. Timo, lavanda e fiordaliso biologici sono coltivati in Francia; la citronella bio è coltivata in Sri Lanka; l’argan in Marocco, in modo equo e solidale. Garantisce una rendita sostenibile per le donne marocchine che si occupano della raccolta a mano dei noccioli.

L’estrazione avviene nel modo più efficace possibile. Per esempio, il timo è distillato un'ora dopo la raccolta per garantire un'efficacia ottimale; l'olio essenziale di lavanda è ottenuto tramite una distillazione a vapore della parte principale della pianta un'ora dopo la raccolta per conservare tutte le sue proprietà benefiche; l'olio d'argan è estratto dai noccioli delle noci di argan. I noccioli sono pressati, il liquido ottenuto viene lasciato a riposo per qualche giorno e successivamente viene filtrato per ottenere olio puro.

«Il nostro approccio - spiega Delphine Viguier, Garnier global brand president - è quello di offrire ai nostri consumatori prodotti di skincare bio, di cui seguiamo tutte le fasi della filiera in modo trasparente e chiaro, a un prezzo accessibile. La sensibilità per le tematiche ambientali e per la qualità dei prodotti che utilizziamo quotidianamente è sempre più importante per noi. Viviamo in un'epoca in cui la richiesta di prodotti biologici è in continua crescita e in cui le donne stanno prendendo sempre più confidenza con gli attivi contenuti nei trattamenti che applicano sulla pelle e prestano molta più attenzione all'impatto di prodotti sull'ambiente. Non potevamo rimanere fermi di fronte a questo nuovo approccio delle consumatrici e abbiamo quindi voluto dargli l'attenzione che merita».

Le formule dei prodotti sono vegane, il che significa che non contengono alcun ingrediente di derivazione animale e tutti i contenitori sono 100% in Pet riciclato e 100% riciclabili. Il contenitore in vetro dell’olio viso illuminante e levigante alla lavanda, certificato biologico, è costituito dal 25% da materiale riciclato ed è per il 100% riciclabile. Tutti i Garnier Bio in cartone sono certificati totalmente sostenibili da FSC-Forest Stewardship Council, un'organizzazione no profit che garantisce che gli alberi siano piantati e i loro frutti sostenibilmente raccolti.

    I prodotti Garnier Bio sono realizzati in diversi impianti a seconda della tecnologia: lo stabilimento di Varsavia situato nella città di Kanie, a pochi chilometri da Varsavia, specializzato nella produzione di bottiglie; la fabbrica di Aulnay in Francia specializzato nella produzione di tubetti; e quello di Karlsruhe in Germania che produce vasi.

    Lo stabilimento di Varsavia è riconosciuto per le sue migliori pratiche nei campi dell'energia e dei consumi di risorse grazie a: riduzione del consumo d'acqua, riduzione e recupero dei rifiuti. Dal 2005 ha ridotto le immissioni di CO2 del 37% e il consumo di acqua del 42%, anche se la produzione è aumentata del 70% tra il 2012 e il 2017. È certificato ISO 50001 (risparmio energetico e riduzione del consumo energetico per far fronte ai cambiamenti climatici )e LEED (Leadership in Energy and Environmental Design). Infine ha raggiunto i “zero rifiuti” in discarica e ricicla il 41% dei rifiuti.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...