climate change

Gas serra: Trump revoca i vincoli della California sulle auto

Donald Trump reagisce a modo suo alla campagna contro il cambiamento climatico che la giovane attivista svedese Greta Thunberg gli ha portato fino a Washington

di Gianluca Di Donfrancesco

default onloading pic
Il presidente Usa Donald Trump

Donald Trump reagisce a modo suo alla campagna contro il cambiamento climatico che la giovane attivista svedese Greta Thunberg gli ha portato fino a Washington


2' di lettura

Donald Trump reagisce a modo suo alla campagna contro il cambiamento climatico che la giovane attivista svedese Greta Thunberg gli ha portato fino a Washington: al grido «lavoro, lavoro, lavoro», il presidente degli Stati Uniti ha annunciato che la sua Amministrazione revocherà i poteri concessi alla California per fissare autonomamente vincoli più severi di quelli federali per le emissioni inquinanti delle automobili.

Con un messaggio su Twitter, Trump ha spiegato che la decisione porterà alla produzione di auto a prezzi meno cari, ma comunque rispettose dell’ambiente. L’ennesima picconata alle politiche ambientali arriva proprio alla vigilia del summit sul Climate Change delle Nazioni Unite, che si apre sabato con lo «Youth climate summit» e lunedì vedrà sfilare i capi di Stati e di Governo di tutto il mondo.

«Molte più auto saranno prodotte sotto un nuovo e uniforme standard», ha scritto Trump. All’inizio del mese, il dipartimento di Giustizia ha avviato un’indagine antitrust su un accordo tra la California e quattro case automobilistiche (Ford, Honda, Bmw e Volkswagen ), che detta standard anti-inquinamento più severi di quelli stabiliti dalla Casa Bianca.

La California e una serie di gruppi ambientalisti hanno già annunciato ricorsi legali per difendere un’autonomia che lo Stato esercita dal 1970. I suoi standard su emissioni e consumo di carburante sono stati seguiti nel tempo da un’altra decina di Stati. Il settore dei trasporti è il maggior produttore di gas serra negli Stati Uniti.

Proprio ieri, Greta Thunberg ha incontrato a Washington deputati e senatori Usa, ai quali ha ribadito l’appello a prendere misure concerete contro il cambiamento climatico.

Nelle stesse ore, il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha dichiarato che «il mondo sta perdendo la sfida per evitare il disastro climatico». Gli obiettivi di riduzione dei gas serra non sono ancora fuori portata, «ma i Governi devono muoversi più velocemente».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti