Distribuzione organizzata

Gdo, boom di vendite per il Gruppo Arena

Nel periodo gennaio-aprile i negozi dell’azienda siciliana hanno registrato un incremento di quasi il 44%. Approvato il bilancio 2019: fatturato a 645 milioni

di Nino Amadore

default onloading pic
(Fonte: Pagina Facebook Gruppo Arena)

Nel periodo gennaio-aprile i negozi dell’azienda siciliana hanno registrato un incremento di quasi il 44%. Approvato il bilancio 2019: fatturato a 645 milioni


2' di lettura

Una crescita di quasi il 44% nel periodo che va dal primo gennaio al 24 aprile. È il dato che colpisce più di altri nella presentazione del bilancio 2019 del Gruppo Arena, player siciliano della Grande distribuzione organizzata che ha la sede principale in provincia di Enna e noto soprattutto per il marchio Decò. Un dato che dà il senso di quanto abbia pesato sulla distribuzione commerciale il lockdown . Certo nel caso della crescita del Gruppo Arena vanno considerate le acquisizioni fatte dall’azienda l’anno scorso (dei supermercati ex Auchan, ex Gruppo Abate ed ex Distribuzione Cambria della Sicilia) ma a perimetro invariato la crescita non è niente male: a parità di rete l’incremento è infatti del 9,95 per cento. Un dato positivo che si aggiunge ai numeri del bilancio approvato nei giorni scorsi dalla Fratelli Arena srl che ha totalizzato un fatturato di 645 milioni nel 2019 (+44% rispetto all'anno precedente) e ha intanto creato una task force per le strategie post Covid-19. «Una task force - ha spiegato il direttore generale Giovanni Arena - composta da manager del gruppo e da consulenti esterni, esperti di mercato, di statistica e di scenari macroeconomici che ha il compito di studiare gli scenari socio economici post emergenza e di conseguenza costruire strategie operative idonee a rispondere al mutamento del panorama sociale e quindi dei consumi».
Secondo i dati di bilancio, il fatturato relativo alle vendite nette a bilancio della sola Fratelli Arena srl nel 2019 si è attestato a 645 milioni di euro (+44%) mentre il fatturato alle casse del Gruppo, comprese le controllate e il franchising, è stato di 812 milioni di euro. L'Ebitda del conto economico aziendale è cresciuto del 56% a 32 milioni di euro rispetto ai 20,7 milioni del 2018. In crescita anche il profit margin a 17 milioni di euro, con un incremento sul 2018 del +65% (10,4 milioni).
Il piano di aperture e di ristrutturazioni della rete vendite del Gruppo Arena, già in fase avanzata prima dell'avvento del Covid-19, verrà completato nei tempi stabiliti dal piano industriale triennale. Il 2020, nonostante le difficoltà di una situazione eccezionale, sta portando ulteriori rilevanti incrementi sul fatturato. Alla fine della 17° settimana (24 Aprile 2020) l'incremento sull'anno precedente è stato del +43,99%, ed a parità di rete del +9,95%.
“Nessuno poteva immaginare un evento come quello del Coronavirus, ma una cosa è certa: il mondo non sarà più quello di prima - ha detto ancora Giovanni Arena -. L'azienda è in fase di avanzamento del piano industriale 2019/2023. Siamo già al lavoro allo scopo di costruire scenari economici plausibili, conseguenti alla crisi in atto, ed adeguare di conseguenza le nostre strategie».
Il Gruppo ha intanto attivato in questi giorni, grazie alla partnership con UniCredit, una soluzione di dynamic discounting messa a punto dalla fintech FinDynamic: si tratta di uno strumento che consente alle imprese clienti di UniCredit «di ottimizzare il capitale circolante - si legge in un comunicato - e di supportare efficacemente la propria filiera di fornitori, alleviandone anche eventuali tensioni finanziarie legate alla contingenza».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti