Fiere

Gelato e dolci protagonisti a Sigep: una filiera da 9,5 miliardi

Dopo due anni torna la fiera di Rimini dedicata all’industria artigianale di gelato, pasticceria, panificazione, cioccolato e caffè

(photology1971 - stock.adobe.com)

2' di lettura

Una filiera da 9,5 miliardi di euro. Tanto valeva, nel 2021, l’industria artigianale di gelati, pasticceria, cioccolato, panificazione e caffè, segnando un forte recupero dopo il calo del 2020. Una filiera che, dopo due anni di pandemia, torna finalmente a confrontarsi e fare business in presenza, all’interno della principale fiera internazionale in Italia del settore, il Sigep di Rimini, in programma dal 12 al 16 marzo.

Con 950 brand espositori su 90mila metri quadrati di superficie, la manifestazione accoglierà anche alcune delegazioni di buyer in arrivo dall’estero: oltre 300 operatori selezionati, provenienti da più di 70 Paesi, con 3.500 incontri business già organizzati.

Loading...

L’industria del gelato in Italia, dopo la battuta d'arresto dei consumi dovuta alla pandemia, ha chiuso il 2021 con un aumento del 19,5% rispetto al 2020, ma ancora in calo del 17,8% rispetto al 2019. Se infatti i consumi raggiungevano nel 2019 i 2,8 miliardi di euro in Italia, tale cifra è scesa a 1,85 miliardi nel 2020, per poi rimbalzare a quota 2,3 miliardi nel 2021 (fonte: Osservatorio Sigep).

L’Europa continua a essere il principale mercato per il gelato artigianale sia per presenza di gelaterie (circa 65mila), sia per consumi di prodotto artigianale, con l’Italia in testa, seguita da Germania, Spagna e Polonia. La leadership italiana nel mondo riguarda anche il settore degli ingredienti e dei semilavorati per gelato, con 65 imprese e un fatturato di 1,8 miliardi di euro (fonte: Gruppo Prodotti per gelato di Unione Italiana Food). Insieme, gelateria artigianale e pasticceria contano oltre 17.500 imprese e danno lavoro a oltre 65mila dipendenti. Anche la pasticceria, dopo il forte calo di fatturato del 2020 (-40%), nel 2021 ha recuperato terreno, raggiungendo i 600 milioni di ricavi sul mercato interno e i 550 milioni all’estero. Il cioccolato invece (che nel 2020 è stato tra i confort food più ricercati durante i periodi di lockdown) vale 2 miliardi di euro, il settore panificazione 118 milioni, mentre caffè e torrefazione sono a quota 4 miliardi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti