AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùAssicurazioni

Generali brilla a Piazza Affari grazie alla conferma dell'outlook di Moody's e al buyback

Prospettive invariate nonostante l'abbassamento di quelle sul debito sovrano italiano: la compagnia «può sostenere uno scenario di crisi»

di Cheo Condina

(Daniele Scudieri Imagoeconomica)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Generali è tra i migliori titoli del Ftse Mib di Piazza Affari dopo che ieri sera l'agenzia di rating Moody’s ha comunicato di aver confermato il giudizio sulla solidità finanziaria del gruppo ad A3 con outlook stabile. Tale giudizio fa seguito al cambio dell’outlook, da parte dell'agenzia di rating, del Governo italiano (Baa3) da stabile a negativo: cosa che nel caso di altre compagnie assicurative o istituzioni finanziarie ha invece portato di riflesso a un peggioramento delle prospettive.

Secondo Moody’s, il giudizio riflette «la forte diversificazione geografica del gruppo e il continuo miglioramento del suo profilo finanziario. L’agenzia di rating, inoltre, ha affermato che il rating Ifs di Generali si posiziona al di sopra del merito di credito sovrano grazie alla capacità della compagnia di sostenere uno scenario di crisi dei titoli di stato italiani». Al proposito, va rilevato, nell'ultima call di presentazione dei conti semestrali, il Cfo di gruppo Cristiano Borean aveva sottolineato che l'esposizione di Generali sui Btp è calata oggi a 52,8 miliardi dai 63 miliardi (a valori di mercato) di fine 2021. Il decremento è figlio di due fattori combinati: da una parte, come noto, i prezzi dei Btp sono calati mentre in parallelo salivano i rendimenti; dall'altra parte il Leone, alla luce della volatilità di mercato, ha deciso in talune situazioni di non reinvestire i titoli giunti a scadenza. «In ogni caso, il gruppo è sempre meno esposto alla volatilità» sui titoli di Stato, aveva precisato Borean. Oggi, peraltro, lo spread Btp-Bund cala a 210 punti base, favorendo tutte quelle istituzioni che hanno titoli di Stato italiani in portafoglio.

Loading...

Infine, va ricordato che Generali ha da poco avviato il programma di buyback da 500 milioni finalizzato a distribuire la cassa in eccesso non utilizzata per l'M&A nel piano concluso al 2021. Nell'ambito di ciò, ha comprato 1,3 milioni di azioni proprie dal 3 al 5 agosto al prezzo medio ponderato di 14,79 euro per un controvalore complessivo di 20 milioni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti