ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssicurazioni

Generali, il patto compra ancora e il titolo torna ai livelli pre-Covid

Mancano 48 ore al comitato nomine preparatorio per il cda-chiave del 27 settembre, quando potrebbe essere avviato l'iter per la definizione di una lista del board

di Cheo Condina

(Daniele Scudieri Imagoeconomica)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Ancora in rialzo Generali a Piazza Affari, ormai a un soffio da quota 18 euro, mentre mancano 48 ore al comitato nomine preparatorio per il cda-chiave del 27 settembre, quando potrebbe essere avviato l'iter per la definizione di una lista del board per il rinnovo dello stesso, previsto dall'assemblea di primavera. Il titolo viaggia ai massimi dal 21 febbraio 2018, in sostanza vicino ai livelli pre-Covid, come effetto combinato principalmente di due fattori. Da una parte ci sono i risultati di bilancio, che hanno rispettano i target del piano, e una ricca dividend policy (in tutto 2,3 miliardi nel 2021) che ha visto il pagamento di una prima tranche a maggio mentre la seconda tranche (che recupera quella relativa al bilancio 2019 e bloccata dalla Vigilanza Ue) sarà pagata a partire dal 18 ottobre.

Dall'altra parte - è evidente - a influire sul rialzo del titolo sono gli acquisti di Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio, che da inizio settembre stanno rastrellando azioni Generali, tanto che ormai la quota del Patto (che comprende anche Fondazione CrT) è arrivata al 12,53%, a un passo dal 12,93% di Mediobanca.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti